Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Rovigo, Vicenza e Treviso Vittorio Veneto

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Vittorio Veneto

Descrizione

Il toponimo onora il Re Vittorio Emanuele II. Comune in provincia di Treviso, ubicato nella valle del fiume Meschio, ai piedi delle Prealpi, l'abitato di Vittorio Veneto si estende tra Treviso e Belluno ed è ricco di elementi paesaggistici interessanti: rilievi collinari e montuosi, laghi e tanti corsi d'acqua. E' una città molto suggestiva, in cui rimangono ben conservate le antiche vestigia del passato; tanti i bei palazzi con sottostanti porticati, arricchiti da bifore e trifore, e le chiese colme di opere d'arte. L'economia cittadina è basata sul commercio, sulle attività industriali e sul turismo.
I Romani scelsero tale sito perchè strategico, protetto com'era dal massiccio del Monte Cucco e del Marcatone, e vi costruirono una roccaforte. La funzione difensiva di questa zona si evidenziò dopo la caduta di Roma e le invasioni da parte delle popolazioni barbariche. Fu sede vescovile ed amministrativa nel periodo longobardo. Nel XIV secolo, sotto il dominio della Repubblica di Venezia, divenne un fiorente centro manifatturiero e commerciale. La cittadina si formò dall'unione, nel 1866, del comune di Ceneda, situato a sud, in parte in zona collinare, in parte in pianura, e del comune di Serravalle a nord. Fu l'ultimo e vittorioso campo di battaglia nella Prima Guerra Mondiale contro l'Austria.

Da vedere:

La cattedrale di Ceneda, risalente al Duecento, subì nel tempo numerosi interventi, fino a quello settecentesco, operato dallo Scotti, che le ha conferito l'attuale stile neoclassico. La facciata, che si articola su tre volumi, è arricchita da due coppie di colonne, dotate di capitello, poggianti su vistosi basamenti ed inserite su semicolonne che creano un originale effetto tromp d'oeil. Colonne più piccole rifiniscono con medesimo effetto le estremità. Una vistosa, ma elegante cornice arricchisce il prospetto lungo tutta la larghezza. È sovrastata da un timpano e da statue. All'interno tre navate e dipinti del da Valenza, nonché opere del Cinquecento e del Seicento. Il campanile è quello originario duecentesco.
La chiesa di Sant'Andrea di Bigonzo, costruita nel IV secolo, ma rifatta nel XIV in stile romanico-gotico. Conserva quadri realizzati dal Frigimelica ed affreschi di epoca compresa tra il XV ed il XVI secolo.
Il duomo a Serravalle, di antica origine, fu ricostruito nel Settecento. Conserva una preziosa pala, realizzata dal Tiziano, raffigurante la Madonna col Bambino in gloria e due dipinti di F. da Milano.
La chiesa di Santa Giustina del Duecento fu rimaneggiata nel Cinquecento. Custodisce il monumento funebre trecentesco di Rizzardo IV da Camino.
La chiesa di San Giovanni Battista in stile gotico conserva affreschi quattrocenteschi del Fiore, opere del Milano e del Valenza.
La chiesa di Santa Maria del Meschio a Ceneda custodisce un'opera cinquecentesca del Previtali.
Il santuario di Santa Augusta.
La chiesa di Santa Croce.
La Loggia, già sede del governatore, fu ricostruita in forme gotiche nel XV secolo.La facciata presenta tracce di affreschi.
L'ospedale civile di epoca trecentesca con annessa chiesa di San Lorenzo che custodisce affreschi del XV secolo.
Il castello di San Martino di epoca longobarda e rimaneggiato nel XV secolo.
Palazzo Minucci.
Palazzo Troyer.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 24.359 volte.

Scegli la lingua

italiano

english