Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Rovigo, Vicenza e Treviso Bolzano Vicentino

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Bolzano Vicentino

Descrizione

Comune in provincia di Vicenza, situato in una pianura attraversata dai fiumi Tesina ed Astichello ed in cui è diffuso il fenomeno delle risorgive, il territorio di Bolzano Vicentino è ricco di interessanti percorsi naturalistici
Tracce della presenza umana sul territorio risalgono alla Preistoria: i primi abitanti furono gli Euganei che si stabilirono nella zona di Bolzano Vicentino sin dal IX secolo a.C.; seguirono i Veneti che fondarono diversi centri, tra cui Vicenza. In epoca successiva giunsero i Romani ai quali si deve la realizzazione di strade di comunicazione, tra cui la Via Postumia voluta dal console Postumio Albino nel II secolo a.C., e la bonifica dei terreni. In questo periodo il centro vide un notevole sviluppo sia dal punto di vista commerciale che agricolo. La particolare posizione occupata fece sì che, caduto l'Impero romano, il centro fosse particolarmente ambito e preda dei Barbari prima, dei Longobardi e dei Franchi poi. Dopo aver vissuto un periodo di decadenza, nel corso del X secolo, grazie ai Benedettini, tornò agli antichi splendori. Nel XIV secolo, sotto i Dalla Scala, fu coinvolto direttamente negli scontri tra Guelfi e Ghibellini; i Visconti governarono fino ai primi anni del XV secolo, successivamente il territorio vicentino fu sotto il controllo di Venezia. Seguì un periodo di occupazioni francesi ed asburgiche che terminarono quando il Veneto tutto fu assegnato all'Austria. Nel 1866 il paese entrò nel Regno d'Italia.

Da vedere:
La chiesa di Santa Lucia a Lisiera, costruita nel XIX secolo su un preesistente edificio di età medievale, custodisce un organo risalente al XIX secolo, una tela del Maganza ed altari di epoca compresa tra il Seicento ed il Settecento.
La pieve di Santa Maria, di epoca medievale e stile neoromanico, conserva pregevoli affreschi realizzati nel 1934 da Ubaldo Oppi.
La chiesa dei Santi Fermo e Rustico, forse di origini paleocristiane, è la più antica.
Villa Valmarana Scagnolari a Lisiera, edificata nel XVI secolo dal Palladio, è arricchita da un giardino che ospita una cappella del XVII secolo dedicata a San Carlo e pregevoli statue.
Villa Chiericati Boschetti.
Villa Chiericati-Terreran.
Villa Piovene Spiller.
Villa Dal Maso.
Villa Scola.
Villa Valle.
Ca' d'Oro.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 18.848 volte.

Scegli la lingua

italiano

english