Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Rovigo, Vicenza e Treviso Valdobbiadene

I più visitati in Valdobbiadene

  • Bisol Vini ed Ospitalità Veneta

    La prima testimonianza che attesta la presenza della famiglia Bisol nel cuore storico della zona di produzione del Prosecco, si ritrova nell'estimo della Repubblica Veneta del 1542, in cui i Bisol appaiono come "fiduciari lavoratori" di un vasto possedimento...

  • Col Vetoraz Spumanti Valdobbiadene

    Il prosecco è da molto tempo coltivato nella fascia collinare della marca trevigiana, e più precisamente sulle colline che si estendono tra Valdobbiadene e Conegliano. La storia di un vino, soprattutto se di origine antica, è intimamente legata non solo...

  • Nino Franco Spumanti Veneto

    Nel 1919 , dopo la prima guerra mondiale, Antonio fonda le "Cantine Franco" a Valdobbiadene, un paese alle pendici delle Prealpi, nella regione Veneto, famoso per la coltivazione dell'uva Prosecco da cui si ricava il vino omonimo. Col figlio Nino l'azienda...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Valdobbiadene

Descrizione

Il toponimo è composto dalle parole "valle", "dupli" (doppio) e "Plavis" (il fiume Piave): la valle del doppio Piave, quindi, con probabile allusione a due rami del fiume. Comune in provincia di Treviso, situato in una conca prealpina sulla sinistra orografica del fiume Piave, è un centro noto per la coltivazione di viti e la produzione di ottimi vini, come il Prosecco; è anche una rinomata ed apprezzata località di villeggiatura.
La zona fu abitata dall'uomo sin dalla Preistoria, come attestano le diverse tracce rinvenute; numerosi reperti di epoca romana testimoniano la colonizzazione da parte di Roma. Il primo documento, che certifica l'esistenza di Valdobbiadene, è un atto imperiale di regolazione di confini risalente all'anno 1116. Sotto i Franchi il centro si trovò direttamente coinvolto nelle lotte poste in essere dai signori locali per il dominio del territorio; successivamente conteso anche dal Patriarca di Aquileia e da alcuni Vescovi, come quello di Treviso e di Feltre. Sul finire dell'XI secolo l'imperatore Enrico V, per riconoscenza nei confronti di alcuni nobili trevigiani, concesse loro alcune terre; nei due secoli successivi il paese fu sottoposto ai Carraresi, agli Ezzelini, ai da Camino ed al comune di Treviso. Nel XIV secolo entrò a far parte della Serenissima andando incontro ad un deciso sviluppo in tutti i campi.

Da vedere:

L'eremo di Sant'Alberto a San Pietro di Barbozza, citato in un documento del 1488, fu restaurato diverse volte nel corso dei secoli e nella seconda metà dell'Ottocento fu aggiunto il coro ed il campanile.
L'oratorio di Sant'Antonio nella frazione di Santo Stefano fu costruito nel XIII secolo e ricostruito agli inizi del Novecento. E'preceduto da un pronao dorico.
La chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo a San Pietro di Barbozza conserva al suo interno preziose tele ed un pregevole altare in stile barocco.
La chiesa di Sant'Antonio a Barbozza, risalente alla fine del XVIII secolo, ha pianta a croce latina e conserva una reliquia del Santo a cui è dedicata.
L'oratorio di San Marco nella frazione di San Vito, originariamente un'edicola, fu ampliata nella seconda metà del XIX secolo.
La chiesa arcipretale, risalente al Trecento, al cui interno sono custodite notevoli opere di artisti locali.
Il santuario della Beata Vergine del Caravaggio nella frazione di San Vito, di epoca ottocentesca.
La chiesa di Santa Maria Ausiliatrice nella frazione di Santo Stefano risale all'Ottocento.
L'oratorio di San Giovanni Battista nella frazione di San Vito di epoca cinquecentesca.
La chiesa dei Santi Rocco e Bernardino di Ron.
L'oratorio dei Santi Rocco e Sebastiano a Guia.
L'oratorio di Sant'Antonio da Padova a Guia.
La chiesa di Santa Maria di Villanova.
La chiesa parrocchiale di Guia.
La chiesa di San Martino.
Villa Barberina.
Villa Morona.
Villa Barbon.
Villa Piva.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 43.532 volte.

Scegli la lingua

italiano

english