Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Monferrato e dintorni Gavi

Strutture

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Gavi

  • La Chiara Vini Piemonte

    L'Azienda Agricola La Chiara sorge sulle colline del pre-appennino ligure,a pochi chilometri da Gavi in provincia di Alessandria; la si raggiunge percorrendo la provinciale per Alessandria via Francavilla-Basaluzzo, in località Vallegge. La superficie...

  • La Ghibellina Vini Piemonte

    La Ghibellina, fondata nel 2000 da Alberto e Marina Ghibellini, si caratterizza per la produzione di vini di qualità elevata nell'ambito di una decisa esaltazione della tipicità. Situata a Monterotondo, frazione del Comune di Gavi (Piemonte) e zona tra...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Gavi

Descrizione

Il toponimo deriva dal latino "Gavium", il nome del "pagus" che i Romani costruirono in questo luogo. E' un comune della provincia di Alessandria, posto sulla destra orografica del torrente Lemme, nel punto in cui confluisce con il Rio Neirone. Il centro storico è dominato dalla imponente mole del Forte, dalla cui posizione privilegiata si possono ammirare la valle, il valico della Castagnola, i boschi ed i vigneti circostanti. Gavi, custode di antiche tradizioni gastronomiche, ha natali ai ravioli nel lontano XII secolo. È noto anche per la produzione di un ottimo vino: il Cortese
La presenza dei primi insediamenti dei Liguri nella zona è provata dal ritrovamento di reperti risalenti al 2000 a.C.; i Romani, successivamente, vi costruirono un villaggio ed un strada che, lungo il torrente Lemme, si congiungeva con la via Emilia. Dopo la caduta dell'Impero Romano fu occupato dai Saraceni. Al tempo del Marchese Alberto degli Orbetenghi Gavi fu dotato di una possente cinta muraria e fu a lungo conteso tra Tortona, Pavia e Genova, finché quest'ultima, grazie ad un'abile e costante politica, riuscì a trasformarlo in un suo avamposto tra i feudi imperiali, in un luogo strategico per i traffici. Fu sotto il dominio dei Visconti e per un breve periodo sotto i Francesi e i Guasco di Alessandria. Tornò nella prima metà del XVI secolo a Genova.

Da vedere:

La chiesa di San Giacomo Maggiore in stile romanico fu costruita in pietra arenaria locale e risulta citata in un documento risalente al 1172. Fu ristrutturata nel corso dei secoli XVII e XVIII. La facciata è arricchita da archetti, da una bifora, da un rosone, nella lunetta che sormonta l'architrave è ritratta l'Ultima Cena. Possiede tre navate separate da colonne, la navata centrale si presenta in posizione sopraelevata rispetto alla altre.
Il convento francescano di Valle costruito nel XVIII secolo su un preesistente edificio adibito ad ospizio per i pellegrini e dedicato a San Bernardino. Conserva al suo interno un'opera lignea raffigurante l'estasi di San Francesco, una statua in marmo risalente ai primi del XVIII secolo attribuita a Bovo, una statua raffigurante San Bernardino ed un dipinto che ritrae la Vergine, entrambi risalenti al XV secolo. Presenta un pregevole chiostro e mobili settecenteschi.
Il santuario di Nostra Signora della Guardia, costruito su un'altura in posizione dominante nel 1861, presenta croce greca. Conserva una statua in legno raffigurante Nostra Signora della Guardia, opera risalente al 1746.
La pieve di Santa Maria, forse costruita intorno all'anno Mille su un preesistente tempio pagano a ridosso del Lemme. Originariamente a tre navate, oggi ne presenta solo una.
Il Forte è una costruzione imponente che domina il borgo antico costruita su progetto del frate Gaspare Maculano e dell'architetto Bianco su una rocca. Inglobando l'antico castello medievale, di cui è fatta menzione in un documento dell'anno Mille, furono costruiti sei possenti bastioni, ma l'opera di fortificazione della struttura ebbe inizio già nel 1540
Il Palazzo Municipale è un antico edificio con pregevoli arcate medievali.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 37.934 volte.

Scegli la lingua

italiano

english