Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Monferrato e dintorni Gabiano

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Gabiano

Descrizione

Il toponimo deriva dal nome proprio latino "Gavius", probabilmente un uomo che in epoca imperiale fu proprietario di alcune terre in zona. Comune in provincia di Alessandria, situato ai confini con il territorio di Vercelli, l'abitato è arroccato su una collina che domina il Basso Monferrato e la pianura del Po ed è sovrastato dal bellissimo castello. Le case sono distribuite su due aree distinte: la parte bassa, costruita intorno alla pieve, ed una parte alta caratterizzata dalla struttura a ricetto medievale. Dalla frazione Cantavenna, complici le giornate terse e soleggiate, è possibile riconoscere in lontananza l'inconfondibile profilo del Monte Bianco, del Monviso, del Monte Rosa e del Cervino. La zona è coltivata a vigneti dai quali si ricava dell'ottimo ed apprezzato vino.
Benché la prima documentazione certa dell'esistenza del paese risalga all'anno Mille, si può affermare che l'abitato abbia origini romane: lo prova tanto il toponimo, quanto il ritrovamento di una pietra miliare che reca riferimento sia a Diocleziano che a Massimiano. Nei secoli VI e VII sul territorio si stabilirono popolazioni di origine germanica che vissero in nuclei separati da quelle preesistenti fondando gli abitati che oggi corrispondono alle diverse frazioni di Gabiano. Fa eccezione Cantavenna di origini più risalenti. La zona fu assegnata da Carlo Magno all'Abbazia della Novalesa fino a quando questa fu distrutta dai Saraceni. Passò poi alla Badia benedettina di Breme. Nella seconda metà del XII secolo fu dominio dei Marchesi del Monferrato e nel 1247 Bonifacio II concesse in feudo Gabiano a Rainero e Bastardino. Nel 1245, attaccati dalle truppe di Roberto d'Angiò, gli abitanti coraggiosamente e con decisione riuscirono a difendersi. Nel corso del XIV secolo, a causa dei frequenti attacchi di eserciti e alle conseguenti razzie ed epidemie, il borgo fu cinto di mura. Nel 1421 tornò in possesso dei Marchesi del Monferrato, agli Scarampi e a Carlo Montiglio e nel 1613 fu conquistato dai Savoia.

Da vedere:

La parrocchiale di San Pietro di epoca medievale ha subito rifacimenti negli anni successivi. Conserva al suo interno pregevoli affreschi. Il campanile è romanico.
La chiesa di Sant'Aurelio costruita in una valle tra le due frazioni di Zoalengo e Mincengo nel IX secolo. Presenta un'unica navata e ricche decorazioni al suo interno. Probabilmente vi furono custodite le spoglie del santo fino al loro trasferimento in Germania.
La parrocchiale di Sant'Eusebio a Varengo in stile barocco è preceduta da una scalinata.
La parrocchiale di San Carpoforo a Cantavenna in stile neoclassico.
La cappella della Madonna della Neve a Casaletto.
Il castello dei Cattaneo Adorno Giustiniani, risalente all'XI secolo, fu fatto edificare per volere di Aleramo, Marchese del Monferrato. Nel corso degli anni più volte distrutto e ricostruito, è oggi dotato di un corpo principale, di torri cilindriche sormontate da merli e di una torre a base quadrata sui cui lati si aprono splendide trifore. Possiede cortili con pozzi e collezioni di armi e d'arte ed una vasta tenuta in parte destinata a vigneto, in parte adibita a parco con annesso labirinto.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 23.206 volte.

Scegli la lingua

italiano

english