Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Monferrato e dintorni Castello di Annone

Strutture

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Castello di Annone

  • Villa Fiorita Vini Piemonte

    Villa Fiorita ha un passato illustre che risale al primo ottocento, quando i nobili del Piemonte facevano a gara per accaparrarsi i migliori versanti e vinificavano legando il nome della casata al prodotto della vigna. Villa Fiorita appartiene alla famiglia...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Castello di Annone

Descrizione

Il toponimo deriva dal latino "ad nonum", nove miglia sull'antica via Fulvia, all'incirca la distanza che divide il paese da Asti. E' un comune in provincia di Asti, il cui territorio confina con quello del capoluogo ed è attraversato dal fiume Tanaro. Interessanti sono le escursioni aventi come meta le diverse frazioni sparse nella zona e le passeggiate a contatto con la natura sulle verdi e belle colline circostanti.
Il centro ha origini romane; tuttavia il ritrovamento di interessanti reperti di epoca preistorica consente di affermare che la zona fosse abitata sin da epoche più remote. Grazie alla sua particolare posizione vicino alla strada e protetto da un'altura, nel corso del periodo medievale divenne un punto nevralgico per i commerci. Nel X secolo fu scelto da Berengario I, Conte di Asti, come sito per far edificare un castello a difesa del centro abitato. Federico Barbarossa lo scelse come Castellania per esercitare con maggiore facilità il controllo sulla regione. La vicina pianura paludosa fu resa fertile dal lavoro dei monaci benedettini: l'abitato fu circondato da mura e fu riconosciuto ai cittadini il diritto di avere propri statuti. Il paese fu sotto il dominio del Ducato di Milano e fu coinvolto direttamente nelle guerre di successione, situato com'era tra i Marchesi del Monferrato ed il territorio sabaudo. In questo periodo l'abitato subì duri attacchi e fu gravemente danneggiato, il castello distrutto. Nei primi anni del XVIII secolo entrò a far parte dei domini dei Savoia

Da vedere:

La chiesa parrocchiale di Santa Maria delle Ghiare, risalente al XVII secolo, presenta parti della originaria costruzione in stile romanico ed una facciata classicheggiante arricchita da rosoni e sormontata da un timpano. Il campanile, situato in posizione retrostante, è sormontato da una cuspide. Conserva al suo interno un pregevole altare in marmo policromo appartenuto all'antico monastero di Azzano e donato alla chiesa dal governo francese .
Palazzo Medici del Vascello risalente alla fine del Settecento.
Il Palazzo Comunale degli inizi del Novecento.
L'Oasi Bosco del Lago che ospita molti animali e piante secolari.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 27.212 volte.

Scegli la lingua

italiano

english