Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Monferrato e dintorni Vignale Monferrato

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Vignale Monferrato

  • Nuova Cappelletta Vini Bio Piemonte

    L´azienda agricola Nuova Cappelletta si trova a Vignale Monferrato, l´attivita principale è costituita dalla coltura della vite e dalla produzione del vino con buona parte della superficie dedicata all´allevamento dei bovini di razza piemontese e alla...

  • La Scamuzza Vini Piemonte

    L'azienda agricola Scamuzza nacque nel 1971 quando Carlo Bertone acquistò 40 ettari di terreni dalla famiglia Barozzi, allora proprietaria della Tenuta Bordona di Fubine, conosciuta nel secolo scorso quale prestigiosa produttrice di vini. Nel 1973 si...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Vignale Monferrato

Descrizione

Comune in provincia di Alessandria, situato nel cuore del Monferrato, al confine con la provincia di Asti, l'abitato è arroccato su una collina nei pressi del torrente Grana; per la sua posizione e per la ricchezza di vegetazione il gruppo di case dal colore chiaro, che si staglia nettamente nel verde, con la sua straordinaria disposizione, quasi artistica, crea uno scenario particolarmente suggestivo. È noto per la produzione di un ottimo Barbera e per un evento molto apprezzato ed atteso ogni anno: il Festival Internazionale della Danza che si svolge nel periodo estivo e conduce a Vignale ballerini ed appassionati da ogni parte del mondo.
Il borgo ha origini medievali, pur essendo la zona già conosciuta in epoca romana. Citato per la prima volta in un documento del 1164, fu sottoposto nei secoli al dominio di diverse famiglie: fu feudo prima degli Aleramici, poi dei Paleologi e successivamente passò ai conti Callori che lo detennero fino all'Ottocento assicurando alla zona un periodo di grande prosperità e sviluppo. L'abitato, dotato di un castello e successivamente di una cinta muraria, si caratterizzò, a partire dal tardo Medioevo, per la suddivisione in quartieri o cantoni che furono aboliti nel Cinquecento. Durante il lungo periodo delle guerre di successione del Monferrato Vignale fu coinvolto direttamente negli scontri e devastato. Ad incidere negativamente, determinando un ulteriore strappo nella storia del comune, vi fu alla fine del XVII secolo una epidemia di peste. Al principio del Settecento il territorio entrò a far parte dei domini sabaudi, il resto è storia nota.

Da vedere:

La chiesa di San Bartolomeo, costruita tra il Settecento e l'Ottocento su progetto dell'architetto Magnocavalli, presenta una facciata arricchita da un pronao. Al suo interno conserva affreschi di Morgari, un dipinto attribuito alla scuola di Moncalvo raffigurante Sant'Agostino ed un pregevole crocifisso del XVI secolo. Dalla sua particolare posizione spettacolare è il panorama sulle colline circostanti.
La chiesa della Beata Vergine Addolorata e l'attiguo convento dei Servi di Maria, edificio in stile gotico costruito tra la seconda metà del XV e gli inizi del XVI secolo.
La chiesa della Purificazione.
La chiesa di Santa Maria.
Palazzo Callori, edificato nel XV secolo ed ampliato nel XVIII, fu residenza dei signori di Vignale. Oggi ospita l'Enoteca Regionale del Monferrato.
Porta Urbica.
La casa del Serpentello.
La Torre Civica.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 36.391 volte.

Scegli la lingua

italiano

english