Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Friuli Venezia Giulia Entroterra Friulano Premariacco Grappe Vini e Prodotti Tipici Rocca Bernarda Vini Friulani

Strutture

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Premariacco

  • Roberto Scubla Vini Friuli

    L'Azienda Agricola Roberto Scubla è stata costituita nel 1991, da alcune vecchie vigne esistenti cui si sono aggiunti nuovi impianti, fino a passare da 3 a 8 ettari e mezzo coltivati a vite, con prospettive di ulteriori ampliamenti. Le vigne si trovano...

  • Rocca Bernarda Vini Friulani

    L'Azienda Rocca Bernarda,di proprietà del Sovrano Militare Ordine di Malta dal 1977, si affaccia su uno splendido panorama che dai vigneti più vicini si estende ai caratteristici paesi circostanti. La sua posizione dominante permette di lanciare lo sguardo...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Rocca Bernarda Vini Friulani

Azienda Vinicola Sauvignon Chardonnay Ribolla Gialla Friulano Pino Grigio Refosco dal peduncolo rosso Merlot Cabernet Picolit Premariacco Udine Friuli Venezia Giulia Italia

Contatti

Premariacco Via Rocca Bernarda, 27 +39 0432 716914 +39 0432 716273

Descrizione

L'Azienda Rocca Bernarda,di proprietà del Sovrano Militare Ordine di Malta dal 1977, si affaccia su uno splendido panorama che dai vigneti più vicini si estende ai caratteristici paesi circostanti. La sua posizione dominante permette di lanciare lo sguardo fino alla città di Udine. L'azienda ha infatti una posizione particolare perché ubicata in cima alla collina della Rocca Bernarda con ai suoi piedi il paese di Premariacco.

Lo scopo principale dell'Azienda è quello di produrre degli ottimi vini in accordo con l'antica tradizione;in più ha l'obiettivo di farli gustare e distribuirli sul mercato internazionale. Su questo fronte l'Azienda è sempre aperta a nuovi contatti facilitando la conoscenza del vino anche a diversi mercati. Gli amanti del vino hanno la possibilità di effettuare delle visite direttamente in azienda e di conseguenza di poter entrare in contatto con questa realtà che sempre più intensamente cerca di portare avanti il binomio di tradizione-innovazione.La tradizione,come già detto,si concretizza con la produzione di vini tipici che possono essere degustati e apprezzati dai visitatori per permettere loro di capire il processo produttivo e per assaporare tutto il gusto dei vini dei Colli Orientali.

L'innovazione riguarda il diretto contatto con gli acquirenti e con coloro che vogliono conoscere questa attività e come si svolgono il lavoro al suo interno e la produzione del vino che va avanti da generazioni in questo sito. Lo si può fare tramite il sito internet aggiornato e anche contattando l'azienda direttamente con la posta elettronica.

L'Ordine di Malta è poprietario dell'azienda vitivinicola Castello di Magione in Umbria e la commercializzazione dei vini viene effettuata attraverso la stessa rete di vendita.

I vigneti collinari dell'azienda agricola Rocca Bernarda possiedono una antica vocazione alla produzione di vini di qualità. Sulle mura della Rocca, edificata nel 1567 da Bernardo e Jacopo di Valvason-Maniago, una lapide riporta la scritta 'VINEIS AVITIS REST ET AUCTIS' a ricordare che le viti in quell'epoca erano già presenti. Giacomo Perusini, della famiglia allora proprietaria della tenuta, scrisse nel 1906 il trattatello 'Il Piccolit', nel quale si dilungò sui differenti cloni, le tecniche di coltivazione e di vinificazione. Questo vino, che aveva conosciuto il suo momento più importante circa un secolo prima con il Conte Asquini di Fagagna, ritrovava il suo posto nei vigneti e alla Rocca Bernarda si deve la sopravvivenza di questo delicato, sopraffino prodotto dell'enologia friulana.

Per decenni la attenzione dei cultori della gastronomia furono attratti dal libro di Giuseppina Perusini Antonini, 'Mangiare e ber Friulano', ancora oggi un classico, che contiene interessanti pagine sui vini corredate da descrizioni organolettiche e parametri analitici, oltre che di consigli sul modo e sulle temperature di servizio. Suo figlio Gaetano, docente universitario, dedicò grande impegno alla selezione clonale del Picolit, nel tentativo di superare almeno in parte il fenomeno dell'aborto floreale, croce e delizia della varietà. A Gaetano va anche riconosciuto il merito, assieme alla madre, di avere impostato una ampia gamma di pubbliche relazioni, suscitando interesse vieppiù crescente per il vino friulano ancora quando, negli anni Cinquanta, in generale si seguiva l'obbiettivo della produzione di quantità piuttosto che qualitativa. La famiglia Perusini ha dunque segnato profondamente la storia della enologia friulana, precorrendo strade che oggi sembrano ovvie alla maggioranza delle aziende.

Certo è che la Rocca Bernarda si trova in una zona naturale dai caratteri irripetibili.

La natura dei suoli è per metà marnosa, mentre il resto è costituito, in parti uguali, da sabbie ed argille.

I componenti organici e minerali testimoniano di terreni poveri di carbonio, azoto, fosforo e potassio, ideali per la crescita della vite da vino di qualità. L'andamento dei declivi, già tenue di per sé, viene ulteriormente addolcito dalla folta vegetazione naturale, saggiamente lasciata crescere attorno ai diversi vigneti. La varietà e la abbondanza di specie arboree costituiscono uno spettacolo indimenticabile in ogni momento dell'anno, ma insuperabile in autunno, quando i colori verdi di differente intensità si attenuano lasciandosi sostituire dai rossi e bruni di ogni tonalità possibile. Da nord arrivano i venti freschi che, soprattutto in estate, si mescolano alle brezze marine e accrescono la escursione termica giorno-notte, favorendo la formazione dei profumi dei vini. In questo ambiente è facile entusiasmarsi e viene naturale appassionarsi al lavoro sul vino.

Con questo spirito lo staff tecnico della Rocca Bernarda affronta i problemi della moderna enologia, mai dimentico della tradizione storica del'azienda.

I vigneti in produzione occupano circa quaranta ettari e gran parte delle viti ha più di venti anni. I nuovi impianti vengono realizzati con una densità attorno ai 5.500 ceppi per ettaro, utilizzando materiale ottenuto da selezioni clonali e massali effettuate in azienda. Le nuove viti in tal modo sono già acclimatate al territorio e la qualità viene ottimizzata. Particolare attenzione, ovviamente, è riservata alla esposizione alla radiazione solare, per cui le uve rosse e il picolit trovano dimora sui versanti meridionali, mentre le esposizioni a levante o a ponente sono assegnate alle varietà aromatiche. Alla Rocca Bernarda sono coltivate 11 varietà e al picolit, l'uva simbolo dell' azienda, sono riservati più ettari. Le concimazioni ed i trattamenti sono contenuti al minimoindispensabile, in modo da conservare il massimo equilibrio vegetativo.

Non si esita ad intervenire con potature per concentrare il succo nei pochi grappoli che ogni vite produce e si riserva attenzione anche al fogliame, in modo da assicurare una sufficiente aerazione degli acini, evitando in tal modo la insorgenza di dannose patologie da parassiti. Tanta attenzione nella vigna si estende alla vendemmia, effettuata manualmente, e poi alla vinificazione.

In cantina, dopo la pressatura soffice delle uve, si privilegiano metodi fisici piuttosto che chimici per tutte le operazioni sui mosti. I recipienti privilegiati sono le vasche in acciaio inossidabile, che permettono il controllo della temperatura di fermentazione, essenziale per conservare nel vino i profumi del vigneto. Alcuni vini selezionati sono affinati in botticelle di rovere. A questo punto non c'è che da invitare all'assaggio dei vini della Rocca Bernarda.

Mappa

La pagina web di questa struttura è stata visitata 24.436 volte.

Scegli la lingua

italiano

english