Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Friuli Venezia Giulia Entroterra Friulano Gorizia

I più visitati in Gorizia

  • Fiegl Vini Friulani

    E' almeno dal 1782 che i fiegl coltivano la vite, infatti risale ad allora l'atto di compravendita di una vigna denominata "Meja" da parte di Valentino Fiegl. I Fiegl hanno fatto negli ultimi anni grossi investimenti sia in vigneto che in cantina per...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Gorizia

Descrizione

Punto d'incontro tra la cultura friulana, giuliana e slovena, Gorizia è bagnata dal fiume Isonzo.
Il nome deriva dal sostantivo sloveno "gorica" che significa collina. Venne citata per la prima volta in un documento datato 28 aprile 1001 ,"villa quae Sclavorum lingua vocatur Goritia" con cui l'imperatore Ottone III donava metà castello e metà territorio di Salcano (con la villa di Gorizia) al patriarca Giovanni II e l'altra metà al conte Verihen del Friuli. Fin dall'XI secolo la città si sviluppò urbanisticamente in due distinti ambiti: il borgo castellano o terra superiore, con un ruolo politico-amministrativo, e la villa o terra inferiore, con caratteri agricolo-commerciali.
Il castello medievale, col suo borgo perfettamente conservato, è un vero e proprio gioiello, in cui è possibile ammirare la quattrocentesca chiesa gotica del Santo Spirito ed i musei provinciali che offrono un'interessante panoramica sulla Grande Guerra.
Interessanti sono anche la Chiesa dell'Esaltazione, inclusa nel vasto complesso di Palazzo Cobenzl, la Chiesa di Sant'Ignazio, fatta costruire dai Gesuiti nel 1615, il Duomo di Sant'Ilario e Taziano, la cui presenza è accertata sin dal 1296, col nome di "Pieve di Gorizia".
La Sinagoga, eretta nel 1756, sorge nel luogo in cui in passato era il ghetto ebraico, ospita anche il Museo della Gerusalemme sull'Isonzo, che illustra la storia del popolo d'Israele e della comunità ebraica goriziana.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 50.206 volte.

Scegli la lingua

italiano

english