Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Friuli Venezia Giulia Entroterra Friulano Sauris

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Sauris

Descrizione

Il toponimo deriva da "savira", parola di una lingua precedente il latino, con il significato di "corso d'acqua". Il secondo nome del centro, "Zahre", nel dialetto germanico vuol dire "lacrima".
Comune in provincia di Udine, ai confini con il Veneto, abitato da una piccola comunità di lingua tedesca, si caratterizza per le sue tradizioni e le costruzioni realizzate prevalentemente in legno. È il paese situato più in alto nel Friuli: sorge, infatti, nella regione montana della Carnia, nella Valle Lumiei. Il suo territorio, composto da Sauris di Sopra e Sauris di Sotto e da un certo numero di frazioni, è bagnato dal Lago di Sauris, un vasto bacino artificiale. È circondato da molti monti, tra cui il Tinisa, il Zauf, il Bìvera, il Tarondon, il Col Gentile. Benché estremamente piccolo, è una località turistica apprezzata in ogni stagione dell'anno, nota per la produzione del prosciutto crudo, dello speck e della birra artigianale. Numerosi sono gli itinerari suggestivi da raggiungere e di facile percorribilità; è inoltre possibile dedicarsi anche allo sci, durante i mesi invernali.
Secondo la leggenda il centro sarebbe stato fondato da due soldati tedeschi che nel XIII-XIV secolo si stabilirono nella zona per lasciarsi alle spalle la guerra. Effettivamente sono attestati flussi migratori in quell'area nel XIII secolo. Testimonia la presenza dell'abitato un testo del 1280, oggi perduto, in cui il figlio di Raypreto di Socchieve riconosceva di aver avuto in feudo dalla chiesa di Aquileia dei terreni nella zona. Tra il XIII ed il XIV secolo, infatti, il potere civile e religioso era esercitato dai patriarchi di Aquileia che si servivano localmente di feudatari per controllare le terre ed il territorio di Sauris fu concesso ai signori di Socchieve. La zona passò sotto la Repubblica veneta nel 1420, nel XVIII secolo fu ceduta all'Austria, sotto il cui dominio rimase, salvo la parentesi francese, fino al 1866, allorché fu annessa al Regno D'Italia.

Da vedere:

La chiesa di San Lorenzo a Sauris di Sopra, in stile gotico-tedesco, presenta un'abside poligonale interrotta da tre monofore con arco a sesto acuto, è affiancata da un robusto campanile in pietra, a base quadrata, sormontato da una cuspide conica estremamente appuntita. Conserva un pregevole altare policromo e dorato del Cinquecento, realizzato dal Parth.
La chiesa di Sant'Osvaldo a Sauris di Sotto custodisce le reliquie del santo ed un altare in legno, scolpito e dipinto, realizzato dal Brunico nel 1524. Colpisce l'enorme campanile a base quadrata.
La chiesa di San Giuseppe a La Maina.
La chiesa della SS.Trinità a Lateis.
La parrocchiale di Sauris di Sotto.
Lo splendido lago artificiale.
Il Centro Storiografico Museo di S.Osvaldo a Sauris di Sotto.
Il Centro Etnografico a Sauris di Sopra.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 25.618 volte.

Scegli la lingua

italiano

english