Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Umbria Perugia e dintorni Umbertide

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Umbertide

Descrizione

Il toponimo originariamente era Fratta, dal latino "frangere" (in ricordo della devastazione del nucleo romano operata dai Goti); dopo l'Unità d'Italia fu mutato nell'attuale in onore del principe Umberto di Savoia. Comune in provincia di Perugia, situato nella Valle del Tevere, il territorio comunale è attraversato, oltre che dal Tevere, anche dal torrente Reggia. È un antico borgo i cui confini per lunghi tratti sono ancora circondati dalle mura; nella zona sono presenti, inoltre, numerosi ed interessanti castelli.
I reperti rinvenuti, risalenti all'Età del Bronzo, consentono di affermare che i primi insediamenti in zona furono opera degli Umbri. E' stata portata alla luce anche una tomba etrusca mentre altre tracce ci riferiscono che il territorio successivamente fu colonizzato dai Romani. Fu a seguito dello smembramento dell'Impero di Roma e della conseguente situazione di disordine e carenza di difese che i territori umbri furono esposti ai saccheggi ed alle scorribande da parte delle popolazioni barbariche. I Goti distrussero il villaggio romano situato nel luogo in cui sorge attualmente il paese. La data di fondazione del centro non registra opinioni concordi: per alcuni fu il X secolo, altri anticipano al IX. L'edificazione sarebbe avvenuta ad opera dei figli di Umberto Ranieri. Le prime testimonianze documentate su Umbertide risalgono alla fine del XII secolo, epoca in cui il signore locale, il Marchese di Uguccione, giurò fedeltà alla vicina città di Perugia. Pur dipendendo da questa, dalla seconda metà del XIV secolo, fu concessa al centro la possibilità di avere propri statuti. Successivamente Perugia contese il borgo allo Stato Pontificio. Le truppe napoleoniche lo saccheggiarono, ma pochi anni dopo il governo francese riconobbe ad Umbertide il titolo di città. L'abitato subì diversi danni materiali e perdite umane durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Da vedere:

La chiesa della Collegiata, costruita nella seconda metà del XVI secolo, presenta una struttura originale: a base ottagonale all'esterno, con nicchie, cornicioni e colonne, circolare all'interno con pavimento seicentesco in cotto policromo. Conserva tele del Pomarancio, un tabernacolo in legno dorato, un Crocifisso ottocentesco ed altre pregevoli opere.
La chiesa di San Francesco, la cui edificazione ebbe inizio sul finire del XIII secolo, è in stile gotico con facciata in pietra interrotta solo da un'importante finestra circolare. All'interno un pregevole affresco di epoca quattrocentesca ed altari dei primi del Seicento.
L'abbazia di San Salvatore di Montecorona, nella frazione di Badia, frutto della sovrapposizione di due chiese di epoche e stili diversi.
La chiesa ed il Museo di Santa Croce ove è custodita la Deposizione del Signorelli.
La chiesa di Santa Maria del XV secolo conserva un affresco del Pinturicchio.
L'abbazia dei Santi Ippolito e Cassiano di epoca romanica.
L'eremo di Montecorona risalente al Cinquecento.
Il castello di Civitella Ranieri, quello di Montalto, quello di Romeggio, di Polgeto, di Serra Partucci.
La Rocca medievale.
Il Teatro dei Riuniti.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 21.111 volte.

Scegli la lingua

italiano

english