Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Umbria Perugia e dintorni Massa Martana

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Massa Martana

Descrizione

Il toponimo viene dal latino "Statio ad Martis", una delle stazioni romane di sosta che si incontravano sulla Via Flaminia. Comune in provincia di Perugia, situato in prossimità dei Monti Martani, ai confini con la provincia di Terni, è un borgo medievale, il cui territorio, attraversato dall'antica Via Flaminia, si contraddistingue per essere particolarmente ricco di boschi e chiese. L'economia cittadina si basa sulla produzione di vini, olio, tartufi; notevole è anche la voce costituita dalle acque oligominerali.
I primi insediamenti in zona sorsero in concomitanza con la creazione del tracciato della Via Flaminia nel 220 a.C. e sono numerose le testimonianze della presenza romana che sono giunte fino a noi. Originariamente solo un luogo di ricovero e ristoro per viandanti e soldati, divenne un piccolo abitato. Dissolto l'Impero romano, l'Umbria fu occupata dai popoli invasori, tra cui i Goti che ingaggiarono una feroce lotta con i Bizantini per la conquista del territorio. In questo contesto il borgo fu seriamente danneggiato, tuttavia riuscì a tornare all'antico splendore grazie al periodo di particolare tranquillità che visse sotto il dominio di Spoleto. In epoca medievale appartenne ai Bonaccorsi, che, nel 1094, provvidero a costruire una cinta muraria difensiva, ed ai Bentivegna nel XIII secolo; successivamente allo Stato della Chiesa.

Da vedere:
La chiesa di Santa Maria di Pantano, di cui le prime notizie documentate risalgono al VII-VIII secolo, possiede una facciata del XIV secolo. All'interno sono presenti tre navate, numerosi reperti romani e pregevoli affreschi.
La chiesa dei Santi Fidenzio e Terenzio, opera dei Benedettini nel IX-X secolo, presenta una facciata del XIII secolo in pietra bicolore.
La chiesa di Santa Maria delle Grazie, risalente al XV secolo, ha campanile a vela.
La chiesa della Madonna della Pace a pianta ottagonale ed in stile rinascimentale.
La chiesa di San Faustino, costruita sui ruderi di una preesistente villa romana.
L'abbazia di Viepri fu edificata verso la metà del XII secolo in stile romanico.
La chiesa di Santa Illuminata con attiguo monastero risalenti all'XI secolo.
La chiesa di San Bernardino a Colpetrazzo.
La chiesa d i San Sebastiano.
La chiesa di San Felice.
Il ponte Fonnaia del III secolo a.C.
Le catacombe paleocristiane risalenti al III secolo d.C.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 22.840 volte.

Scegli la lingua

italiano

english