Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Umbria Perugia e dintorni Passignano sul Trasimeno

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Passignano sul Trasimeno

Descrizione

E' un comune in provincia di Perugia, situato su un promontorio, lungo le rive settentrionali del Lago Trasimeno: da questo osservatorio privilegiato la vista sull'incantevole paesaggio umbro e sul lago è incomparabile. È composto da un nucleo antico, circondato dalle mura e dai caratteri tipicamente medievali, e da una zona più recente dotata di attrezzature turistiche, sportive e balneari. Costituisce un ottimo punto di partenza per raggiungere i numerosi ed interessanti centri limitrofi, nonché l'Isola Maggiore ed il piccolo borgo di Castel Rigone, noto per la presenza della chiesa dei Miracoli, splendido esempio di edificio rinascimentale. Nel centro è viva la tradizione della pesca e della lavorazione di ferro e rame.
La zona fu abitata sin dall'epoca romana: nei pressi di Passignano nel 217 a.C. ebbe luogo la storica battaglia tra i Romani e l'esercito di Annibale che vide quest'ultimo vittorioso. Durante il Medioevo si sviluppò prima la Rocca e, successivamente, il nucleo urbano. Fu soggetto a diverse signorie: dopo quella di Uguccione II, fu la volta di Perugia; per lungo tempo fu oggetto di contesa tra le città di Firenze, Perugia ed Arezzo e fino al 1520 fu sottoposto alla signoria dei Baglioni. Successivamente appartenne agli Oddi ed ai Della Corgna. Questi ultimi cedettero il feudo al Granducato di Toscana nel 1643.

Da vedere:

La pieve di San Cristoforo edificata prima dell'anno Mille sulle rovine di un preesistente tempio pagano in dimensioni maggiori rispetto alla chiesa attuale. Conserva affreschi quattrocenteschi di Policleto da Cola ed un'opera quattrocentesca del Bonfigli. Sono riconoscibili anche affreschi più risalenti ed una formella cinquecentesca in ceramica raffigurante San Cristoforo.
Il santuario della Madonna dell'Oliveto, probabilmente progettato dal Radi, risale alla fine del Cinquecento. Presenta una facciata estremamente semplice, sormontata da un timpano e conserva una scultura di Ascanio da Cortona ed un'acquasantiera in marmo dello stesso autore risalente al Seicento, una tela del Nucci ed altre opere del Savini.
La chiesa di Maria Santissima dei Miracoli a Castel Rigone fu edificata alla fine del Quattrocento. Presenta una facciata suddivisa in due ordini e sormontata da un timpano, un bellissimo portale. In posizione laterale è collocato il campanile a base quadrata costruito nel XIX secolo in sostituzione dell'originale. Conserva numerosissime opere d'arte.
La chiesa di San Salvatore sull'Isola Maggiore edificata in stile romanico nel XII secolo.
La chiesa di San Michele Arcangelo, del XIV secolo, è situata sull'Isola Maggiore.
La chiesa di San Rocco di epoca rinascimentale.
La chiesa di San Bernardino.
La cinta muraria con le tre torri e le porte di accesso.
Il centro storico.
Villa Isabella.
La Rocca

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 18.715 volte.

Scegli la lingua

italiano

english