Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Umbria Perugia e dintorni Todi

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Todi

  • Agriturismo San Rocco Todi

    Agriturismo San Rocco, vacanza a Todi, in Umbria Estate in Umbria,a Todi nella Tenuta San Rocco Soggiorni settimanali ed Weekends a Todi nella Tenuta San Rocco nei mesi di Luglio,Agosto e Settembre: offerte promozionali con sconti dal 15% al 30% sui prezzi...

  • Cantina Tudernum Vini Umbri

    La Cantina Tudernum nasce nel 1958, quando 54 viticoltori si associarono per vinificare e commercializzare in forma cooperativa le proprie produzioni. Dai pochi ettari iniziali, il "parco vigneti" della cantina Tudernum ha raggiunto circa 650 ettari negli...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Todi

Descrizione

Comune in provincia di Perugia, situato su una collina dominante la Valle del Tevere, nel punto in cui questo incontra il torrente Naia, l'abitato di Todi, caratterizzato da un gioco di dislivelli, dalla presenza di antiche e belle fontane e da un dedalo di vicoli su cui si affacciano possenti edifici in travertino, conserva intatte le sue suggestioni medievali. Sono ancora visibili le mura del Duecento con torri, nelle quali si apre la medievale Porta Romana e Porta Perugina, i ruderi dell'anfiteatro romano e tantissime testimonianze etrusche e rinascimentali.
Todi ha origini antichissime: originariamente le sue colline ospitarono un insediamento umbro e, successivamente, popolazioni etrusche. Il primo nucleo, collocato su due rilievi, uniti tra loro da un terrazzamento, fu circondato da mura. Nel III secolo a.C. nella zona giunsero i Romani che colonizzarono Todi e favorirono il suo sviluppo, fino a trasformarlo in Municipio nel I secolo. Alla struttura urbana originaria in questo periodo furono aggiunte una seconda cinta muraria, una cisterna al di sotto del terrazzamento e diverse ed importanti strutture, come il teatro e l'anfiteatro. Dopo la dispersione dell'Impero e le invasioni barbariche, Todi divenne libero comune crescendo dal punto di vista economico e sociale. Nel Medioevo fu aggiunta una terza cinta fortificata. Divenuto territorio dello Stato Pontificio, fu concesso in feudo a diverse famiglie dichiaratamente guelfe.

Da vedere:

Il Duomo, la cui costruzione ebbe inizio nel XII secolo in stile romanico e fu completata in stile gotico nel XVI secolo, è preceduto da una maestosa scalinata. Presenta facciata con tre portali, interno a quattro navate, di cui una aggiunta in seguito. È decorato da un affresco raffigurante il Giudizio Universale, pitture dello Spagna e sculture del Pisano.
La chiesa di San Fortunato, costruita tra il XIII ed il XV secolo, è preceduta da un'alta scalinata. La facciata è rimasta incompiuta, l'interno è a tre navate in stile gotico e presenta volte a crociera. La cripta custodisce la tomba di Jacopone da Todi.
La chiesa di Santa Maria della Consolazione, in stile rinascimentale, fu costruita tra il Cinquecento ed il Seicento. Il progetto, attribuito al Bramante, è frutto sicuramente anche della collaborazione di altri architetti.
La chiesa di San Carlo, risalente al 1100, è in stile romanico con campanile a vela.
Il Palazzo del Capitano, costruito in stile gotico alla fine del Duecento, è arricchito da bellissime trifore a cuspide. Ospita la Pinacoteca civica ed il Museo etrusco-romano. Nella prima, oltre a pezzi in ceramica, alcuni dipinti, tra cui opere attribuite alla scuola di Filippo Lippi, nel Museo opere d'arte e reperti archeologici.
Il Palazzo del Popolo fu edificato nel 1213 in stile gotico ed è unito da una scala esterna al Palazzo del Capitano.
Il Palazzo dei Priori della fine del XIII secolo con merlatura e torre trapezoidale.
Fonte Scarnabecco realizzata nel 1241.
Le fontanelle di Sant'Arcangelo.
Fonte Cesia del Seicento.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 62.773 volte.

Scegli la lingua

italiano

english