Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Umbria Perugia e dintorni Bettona

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Bettona

Descrizione

Bettona è un comune in provincia di Perugia, situato in prossimità dei Monti Martani e del Tevere. Il paese reca tracce evidenti del suo illustre passato: le mura di cinta di epoca medievale, giunte intatte fino a noi, e tratti di mura di epoca etrusca inglobati nelle successive e facilmente distinguibili, nonché una tomba della stessa epoca. È un centro agricolo noto per la produzione di olio extravergine di oliva.
L'abitato fu fondato dagli Etruschi tra l'VIII ed il VII secolo a.C.; successivamente colonizzato dai Romani, divenne municipio. Caduto l'Impero ed esposto agli attacchi imprevedibili e violenti dei popoli invasori, andò incontro ad un rapido declino, fino all'avvento dei Benedettini che apportarono vitalità e sviluppo al paese. Nel periodo medievale fu dapprima sotto il dominio bizantino e, in seguito, divenne territorio del Ducato di Spoleto; nel XII secolo finì sotto il controllo della Chiesa. Passato sotto la giurisdizione di Assisi, all'incirca a metà del XIV secolo, fu conquistato e demolito dalla rivale Perugia; solo pochi anni dopo fu riedificata con un sistema difensivo più efficace. La città fu poi sottoposta ai Trinci e nel XV secolo ai Baglioni, per tornare possesso dello Stato della Chiesa dalla metà del XVII secolo.

Da vedere:
La chiesa di San Crispolto, fatta edificare dai monaci benedettini agli inizi del Duecento al fine di conservare le spoglie del vescovo e martire, patrono della città, si presenta con pianta a croce latina. Dell'originaria struttura rimane solo il campanile sormontato da cuspide, mentre la facciata è frutto di un rifacimento ottocentesco.
L'oratorio di Sant'Andrea, risalente al Duecento, ha perduto le caratteristiche originarie a causa dei successivi e frequenti interventi di ristrutturazione. Presenta un soffitto cinquecentesco in legno a cassettoni, un altare del settecento ed un ciclo di affreschi risalente alla fine del Trecento.
La chiesa di Santa Maria Maggiore fu edificata nel Duecento e ristrutturata in stile neoclassico nel XIX secolo. Della costruzione originaria rimane solo la cappella dedicata a Santa Rita, in stile gotico. Conserva un'opera del Perugino ed altre pregevoli testimonianze artistiche.
La chiesa di San Chirico.
La Pinacoteca comunale, situata nel Palazzetto del Podestà, raccoglie preziosi dipinti, opera del Perugino, del Siculo, di Della Robbia e del Doni, nonchè reperti archeologici.
Villa del Boccaglione realizzata su progetto del Piermarini
Palazzo Biancalana della prima metà del XIX secolo.
Palazzo Baglioni.
I resti delle mura etrusche e medievali.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 20.568 volte.

Scegli la lingua

italiano

english