Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Hotel de Russie Roma

    Hotel de Russie Roma

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Rocco Forte Collection Hotel Benessere Beauty Center SPA Roma Lazio Italia

  • Hotel La Corte Albertina Piemonte

    Hotel La Corte Albertina Piemonte

    Albergo di Qualità Ospitalità di Charme Camera e Colazione Hotel 3 Stelle Pollenzo Bra Cuneo Langhe Roero Piemonte Italia

  • Vigne Irpine

    Vigne Irpine

    Aglianico, Greco di Tufo, Taurasi, Falanghina, Coda di Volpe, Fiano di Avellino, Vini Passiti Passione, Rosato di Aglianico Santa...

  • Ristorante Pascalò

    Ristorante Pascalò

    Gastronomia di Qualità Arte in Tavola Cucina Marinara Vietri sul Mare Riviera di Napoli Salerno Costiera Amalfitana Campania Italia

  • Hotel 7 Bello Costiera Amalfitana

    Hotel 7 Bello Costiera Amalfitana

    Albergo 3 Stelle Minori Costa d'Amalfi Salerno Campania Italia

tu sei qui: Home Lombardia Po di Lombardia Fortunago

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Fortunago

Descrizione

Piccolo comune dell'Oltrepò Pavese, situato sulle colline che dividono le valli della Coppa e dell'Ardivestra, Fortunago è un pittoresco borgo dalle probabili origini celtiche (rivelate, tra l'altro, anche dal toponimo). Dopo la caduta dell'Impero romano subì le invasioni dei popoli germanici, tra cui i Longobardi che insediarono a Pavia la loro capitale. Nel Medioevo fu capoluogo di un vasto marchesato, passato nel 1548 ai Malaspina, e durato fino al Settecento, diventando, quindi, uno dei principali centri collinari dell'Oltrepò.
Il borgo ha mantenuto inalterato il suo tipico aspetto medievale, fatto di stradine e viuzze strette, case in sassi arroccate le une alle altre che seguono il naturale declivio collinare, balconi fioriti, davanzali, archi, fontane in pietra ed assenza di traffico. E' un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.

Tra i siti di maggior interesse architettonico, segnaliamo:
- il Palazzo municipale, derivante da un'antica casa-torre;
- i resti della rocca (una torre ed un tratto di mura perimetrali);
- la Chiesa di Sant'Antonio, realizzata con pietre e mattoni a vista;
- la seicentesca Parrocchiale di San Giorgio, con una tavola centrale firmata da Pesina (XVI secolo).

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 21.646 volte.

Scegli la lingua

italiano

english