Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Liguria Riviera dei Fiori Rocchetta Nervina

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Rocchetta Nervina

Descrizione

Piccolo borgo medievale in provincia di Imperia situato in Val Nervia, incastonato sul monte Terca, poco lontano dalla costa, alle spalle di Ventimiglia, Rocchetta Nervina offre al visitatore pittoreschi angoli e tranquille passeggiate lungo i suoi carrugi, nonché la possibilità di compiere escursioni sui sentieri della zona. Il centro abitato presenta un sistema difensivo a cortina, due ponti lo collegano all'esterno.
Il ritrovamento di reperti risalenti all'epoca preromana provano il popolamento della zona da parte di abitanti celtici e liguri. Al monte Abellio è stato dato il nome del dio venerato da quelle genti. All'epoca della dominazione romana grazie ai fiorenti commerci ed ai prodotti agricoli il centro conobbe un grande sviluppo. In un testo del XII secolo si fa riferimento alla fuga del signore del luogo, Enrichetto dei conti di Ventimiglia, dalle proteste e rappresaglie degli abitanti di Castrum Barbairae, così denominato in quell'epoca perchè bagnato dal Rio Barbaira. Nel XIV secolo, per circa trent'anni, la vita a Rocchetta Nervina fu notevolmente movimentata dai contrasti con i genovesi Doria, signori di Dolceacqua, che vantavano diritti sul borgo, poi dato alle fiamme. Successivamente il centro divenne villa del comune di Saorgio. La tranquillità tornò solo nel XV secolo grazie alla famiglia Savoia. Verso la metà del XV secolo divenne feudo dei Doria e nel XVIII secolo dei Perrucca. Divenne libero comune della Repubblica di Genova raggiungendo l'indipendenza, successivamente, dopo il Congresso di Vienna fu inglobato nel Regno di Sardegna e dal 1861 nel Regno d'Italia.

Da vedere:

L'oratorio della Santissima Annunziata che reca il motto sabaudo Fert sul cornicione a dimostrazione dell'importanza che assunse la famiglia Savoia, a partire dal 1400, per il paese.
La chiesa di Santo Stefano costruita nel 1500 ed in seguito restaurata in stile barocco. Presenta lo scudo sabaudo sotto il tabernacolo in pietra che orna la porta laterale.
Il grande arco romano alla confluenza dei torrenti Oggia e Barbaira.
Le cascate ed i ponti nelle vallate del Barbaira e dell'Oggia di grande suggestione.
I pittoreschi sentieri tra l'Alta Via dei Monti Liguri, il sentiero Balcone, le vallate dell'Oggia e del Barbaira, la cima di Testa d'Alpe per conoscere i diversi tipi di vegetazione, da quella tipicamente mediterranea a quella via via più montana godendo di magnifici panorami e del silenzio.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 19.710 volte.

Scegli la lingua

italiano

english