Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Hotel Savoy Firenze

    Hotel Savoy Firenze

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Benessere Fitness Center Firenze Toscana Italia

  • Resort Tenuta Poggio al Casone Toscana

    Resort Tenuta Poggio al Casone Toscana

    Ospitalità di Qualità Appartamenti di Charme Azienda Vinicola Vini Toscani Crespina Pisa Toscana Italia

  • Villa Armena Relais

    Villa Armena Relais

    Ospitalità di Lusso e Charme Resort Esclusivo Camere De Luxe Suite Benessere Ristorante Gastronomia Golf Club Buonconvento Siena...

  • Relais San Bruno Toscana

    Relais San Bruno Toscana

    Ospitalità di Charme Relais Camere e Colazione Appartamenti esclusivi Montepulciano Toscana Italia

  • Hotel Relais della Rovere Toscana

    Hotel Relais della Rovere Toscana

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 4 Stelle Relais Ristorante Colle di Val d'Elsa Siena Toscana Chianti Italia

tu sei qui: Home Liguria Riviera dei Fiori Cervo

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Cervo

Descrizione

Secondo alcune fonti storiche il toponimo deriverebbe dal latino Servo. Comune in provincia di Imperia, si presenta come un colorato e compatto agglomerato di case di incomparabile bellezza a ridosso del mare. Le abitazioni alte e strette, tinteggiate con i tipici colori tenui dei borghi liguri, tutte su piani diversi e con angolazioni diverse, sembrano fare da cornice alla parrocchiale situata sulla sommità dell'abitato. Nella parte più antica, chiamata "Castello", si trovano piccole terrazze, vicoli stretti, edifici collegati tra loro da archi, mentre nel quartiere più recente, detto "Borgo", strade più ampie, zone ariose ed edifici più raffinati.
Nel 181 a.C. il territorio fu conquistato dai Romani e divenne un centro di grande importanza grazie alla sua posizione strategica. Il borgo antico sorse nel 1100 intorno al castello dei Clavesana eretto nella zona più alta, ma fu solo nel XIV secolo che raggiunse il pieno sviluppo e fu cinto da mura, i resti delle quali sono ancora visibili. Nel 1204 si proclamò libero comune chiedendo protezione alla Repubblica di Genova che, un secolo dopo, lo assegnò ai Cavalieri di Malta. Da questi ultimi, solo l'anno successivo, fu venduto ai Doria. Conquistato dal marchese Del Carretto, tornò alla Repubblica genovese nel 1384.
Nel XVI secolo subì numerosi attacchi da parte dei saraceni, attirati dai carichi di corallo che, pescato nel Mar Ligure, veniva venduto in Sardegna e Corsica.

Da vedere:

La chiesa di San Nicola da Tolentino, ricostruita più volte ed abbandonata nel XV secolo, fu ceduta dal paese ai Frati Agostiniani nel 1600, a patto che la restaurassero e costruissero un convento, poi intitolato a Santa Maria delle Grazie.
Il seicentesco palazzo Morchio con il suo pregiato portale in ardesia , oggi sede del Comune; il settecentesco palazzo Citati arricchito da pregiati affreschi del pittore Francesco Carrega e la cinquecentesca Casa Pretoria.
La chiesa di San Giovanni Battista, anche detta dei Corallini, edificata nel 1686 tra castello e borgo. E'uno dei più espressivi esempi di barocchetto, ornata da sculture e stucchi, ha una facciata concava ed una sagoma slanciata, si affaccia su un sagrato fatto di ciottoli colorati. L'elegante campanile, costruito nel XVIII secolo, fu realizzato su disegno del pittore Francesco Carrega. Al suo interno un pulpito in marmo del 1500, un crocifisso in legno del Maragliano, il tabernacolo degli olii santi in marmo del 1400, il fonte battesimale del 1600.
L'oratorio di Santa Caterina, eretto nel XIII secolo come chiesa parrocchiale. Conserva numerosi affreschi del 1500.
Il castello dei Clavesana, costruito nel XIII secolo inglobando una torre preesistente in stile romanico. Edificato in pietra con pianta rettangolare e munito di quattro torri angolari, nel corso dei secoli è stato adibito ad usi diversi.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 15.193 volte.

Scegli la lingua

italiano

english