Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Liguria Riviera dei Fiori Ceriana

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Ceriana

Descrizione

In provincia di Imperia, Ceriana, dal latino Coeliana (nome attribuito dalla famiglia Celii, fondatrice del borgo), è un centro medievale situato nell'entroterra ligure sulle ripide pendici di un colle, dove il tempo sembra essersi fermato. Le case in pietra, legate l'una all'altra senza soluzione di continuità, alte e strette, sembrano sorgere direttamente dalla roccia, e si integrano perfettamente con il territorio circostante, quasi fossero state create dalla stessa natura. Possiede numerose scale in pietra che spesso presentano una continuità con quelle all'interno delle case. Non vi sono grandi piazze, ma piccolissimi spazi tra gli edifici.
Ceriana offre uno spettacolo d'altri tempi a partire dall'Oppidum, una porta d'ingresso ad arco che immette su un passaggio il cui pavimento è ricavato nella parete di roccia ed è coperto da un soffitto a volte, una sorta di galleria.
Fu un insediamento militare romano: la sede fu scelta per la posizione strategica e la particolare conformazione del territorio. Il borgo si formò tra il 979 ed il 1146 sulla cima della collina e poi si estese verso il torrente Armea, sulle sponde del quale sorgono tuttora rare cascine dotate dei caratteristici frantoi idraulici ancora in uso. Attaccato più volte dai Saraceni tra il IX ed il X secolo, si difese senza tregua. Dapprima sotto il controllo dei conti di Ventimiglia, intorno al 1038 passò sotto Corrado, vescovo di Genova e divenne una contea rurale. Il paese rimase legato alla Arcidiocesi di Genova fino al 1297, anno in cui fu venduto a due ricchi signori genovesi. Ceduto alla Repubblica di Genova nel 1359, visse un periodo inizialmente di malcontento, a causa delle eccessive tasse pagate, poi di sommosse popolari che sfociarono nella separazione di Ceriana da Sanremo, comune a cui era legato dal punto di vista amministrativo. Nella prima metà del 1600 passò nei possedimenti dei Savoia, poi, come tutti i paesi della Riviera di Ponente, tornò a far parte della Repubblica di Genova. Questa nuova situazione riaccese i vecchi malumori causati dalle imposizioni fiscali che esplosero in una rivolta popolare nel 1729. Alla fine del 1700 fu occupato dalle truppe francesi. Ceduto al Regno di Sardegna, dopo il Congresso di Vienna, nel 1861 entrò a far parte del Regno d'Italia.

Da vedere:

La chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, iniziata nel 1768, conserva diversi dipinti ed un polittico raffigurante San Pietro, di artista sconosciuto, risalente al 1526.
L'antica chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, situata all'esterno dell'abitato ed edificata nell'XI-XII secolo. Ricostruita nel 1513, è oggi dedicata al Santo Spirito. Presenta un campanile alto e sottile e nella parte bassa l'originaria struttura in stile romanico.
La chiesa di Sant'Andrea apostolo risalente al IV secolo, eretta sulle rovine del tempio di Apollo. Dell'antico tempio rimangono le colonne all'interno della chiesa. Conserva una tavola raffigurante Sant'Andrea risalente al '400 ed un organo del XVIII secolo.
L'oratorio di Santa Marta costruito agli inizi del'400,conserva le spoglie dei Santi Placido e Germanione ed altre reliquie.
La parrocchia di San Pietro del '600.
L'oratorio della Visitazione, costruito su mura romane nella seconda metà del XV secolo, è in stile barocco ligure. All'interno un altare del 1760, una scultura in marmo della scuola di Maragliano, affreschi del 1784 sulle pareti e sul soffitto.
La cappella di San Salvatore, forse la più antica di Ceriana. E' in stile romanico e secondo fonti locali sorgerebbe in una zona dedicata al culto pagano del dio Sole.
L'oratorio di Santa Caterina, eretto nel XIV secolo, fu ricostruito in stile barocco nel 1737.
La chiesetta di San Giovanni Battista.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 14.453 volte.

Scegli la lingua

italiano

english