Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Abruzzo Chieti, Pescara e Teramo Atri

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Atri

Descrizione

Comune della provincia di Teramo, Atri è un'incantevole città d'arte situata sulle colline a ridosso della costa adriatica. Fu fondata dagli Illiri, provenienti dalla Dalmazia durante le migrazioni del X-XI secolo a.C., col nome di Hatria; seguirono, poi, gli Umbri, i Piceni e gli Etruschi. Divenuta colonia romana nel 289 a.C., accumulò ingenti ricchezze. Dopo la caduta dell'Impero Romano subì le invasioni barbariche, fino a rinascere economicamente e socialmente sotto il controllo degli Acquaviva.
Il centro storico della città vanta un patrimonio architettonico di tutto rispetto, fatto di monumenti, palazzi nobiliari, chiese, musei e scorci suggestivi ricchi di storia.

Cominciamo col menzionare:
- la Cattedrale di Santa Maria Assunta, Monumento Nazionale, risalente al 1285 e recentemente restaurata. Realizzata su un'antica cisterna romana, è uno splendido esempio della magnificenza del Romanico abruzzese. Realizzata in pietra d'Istria, presenta una semplice e maestosa facciata rettangolare con un bel portale del Maestro Rainaldo ed un rosone. Sul lato sinistro si erge il campanile, alto 54 metri. L'interno a tre navate presenta un'abside quadrata con un meraviglioso ciclo di affreschi dell'artista abruzzese quattrocentesco Andrea De Litio. Il museo annesso conserva preziose reliquie: maioliche dipinte, croci e pastorali d'avorio e d'argento, codici miniati, statue e centinaia di frammenti e mosaici delle costruzioni più antiche.
- la trecentesca Chiesa di Sant'Agostino, dalla facciata in laterizio con un bel portale di Matteo da Napoli in stile gotico-rinascimentale; all'interno è conservato un affresco di Andrea De Litio. Oggi è utilizzata come auditorium.
- la duecentesca Chiesa di San Francesco, preceduta da una monumentale rampa di scale;
- la Chiesa di San Giovanni Battista, risalente al 1322 e ampiamente modificata nel XVI e nel XVIII secolo;
- la Chiesa di San Nicola, fondata nell'XI secolo, al cui interno è conservato un affresco di Andrea De Litio;
- la Chiesa di Santa Chiara, edificata nel Duecento e ristrutturata nel Cinquecento, con facciata in laterizio dominata da un bel portale quattrocentesco. Pregevole il pavimento in mosaico del veneziano Giovanni Pellarini.
- la Chiesa di Santa Reparata, realizzata da Giovanni Battista Gianni da Milano. All'interno è conservato un ciborio ligneo con colonne tortili che ricorda il baldacchino di San Pietro in Vaticano.
- il Palazzo Vescovile ed il Seminario (XVI secolo);
- il Teatro comunale, che ricorda all'esterno il Teatro alla Scala di Milano e, all'interno, il Teatro San Carlo di Napoli;
- il Palazzo Ducale degli Acquaviva, risalente al Trecento e rimaneggiato nel Settecento;
- i Calanchi, sculture naturali realizzate attraverso la millenaria erosione delle rocce argillose e protetti attraverso l'istituzione di una Riserva Naturale Regionale.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 27.151 volte.

Scegli la lingua

italiano

english