Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Sardegna Costa Sarda Orientale Sant’Antonio di Gallura

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Sant’Antonio di Gallura

  • Aldiola Country Resort Sardegna

    L'Aldiola Country Resort è un delizioso albergo immerso nella macchia mediterranea circondata da sugheri e lecci secolari. Sorge sulle colline che dominano il lago del Liscia, a pochi chilometri dalla Costa Smeralda. L'albergo è dotato di una piscina...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Sant’Antonio di Gallura

Descrizione

Comune in provincia di Olbia-Tempio situato in Gallura, su una collina circondata da boschi, a poca distanza dalla Costa Smeralda, il territorio di Sant'Antonio di Gallura confina con quello di Olbia. Il centro è dedito prevalentemente all'attività agricola, all'allevamento e alla produzione di sughero.
In periodo medievale, ai piedi di Lu Naracu, sorse un villaggio denominato Villa de Castro che entrò a far parte della curatoria di Unali e fu abbandonato nella seconda metà del XIV secolo. Sul finire del XVIII in quest'area esisteva una chiesa dedicata a Sant'Andrea, ceduta dai proprietari ai pastori locali che si impegnarono a tenerla in buono stato di conservazione. Nei primissimi anni del Novecento fu istituita la parrocchia dedicata a Sant'Antonio Abate e, solo pochi anni più tardi, fu costruita una nuova chiesa intorno alla quale si sviluppò il centro abitato denominato Sant'Antonio di Gallura. Progressivamente si popolò grazie al fatto che gli abitanti delle zone limitrofe si spostarono concentrandosi in quel luogo. Solo nel 1979 ha ottenuto l'autonomia dal vicino comune di Calangianus.

Da vedere:
La chiesa di San Giacomo Apostolo è una piccola costruzione in pietra con tetto a capanna e campaniletto centrale circondata da un bellissimo parco. Presenta una sola navata divisa in tre campate. Fu edificata da un gruppo di pastori sul finire del XVIII secolo e restaurata recentemente.
La chiesa di Sant'Andrea, oggi annessa alla parrocchiale, rappresenta il punto centrale dell'antico borgo di Villa de Castro. È un semplice edificio in pietra con campaniletto a vela posto in cima al tetto.
La chiesa di San Santino e Sant'Elena risale al XIX secolo.
La chiesa di Sant'Antonio Abate edificata nel 1912.
Il belvedere di Lu Nuraco dal quale è possibile ammirare il suggestivo paese.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 24.225 volte.

Scegli la lingua

italiano

english