Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Basilicata Parco Nazionale del Pollino Castelluccio Inferiore

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Castelluccio Inferiore

Descrizione

Splendido borgo medievale della provincia di Potenza, situato nella valle del Mercure, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, Castelluccio Inferiore, fino al 1813, è stato un casale della vicina Castelluccio Superiore. Secondo alcuni storici sorgerebbe nel luogo dell'antica "Tebe Lucana", fondata dagli Osci e distrutta più volte, mentre, secondo altri, sorgerebbe sulle rovine dell'antica Merulum. Testimonianze di civiltà pre-romana, infatti, sono state portate alla luce in località Campanelle, poco distante dal centro abitato. Fu sottoposta al dominio di varie famiglie: i Sanseverino, i Palmieri, i Ciciniello e i Pescara di Diano.
Siti di interesse:
- la Chiesa Madre di San Nicola, di cui non si conosce con certezza la data della fondazione; la facciata ha un vago stile neoclassico ed è affiancata da un campanile cuspidato. L'interno è impreziosito da stucchi ed altri capolavori di artisti napoletani del Settecento, un altare policromo, un fonte battesimale in pietra del XVI secolo e dipinti vari.
- la Chiesa dell'Annunziata, dal campanile cuspidato ricoperto da ceramiche maiolicate;
- il Convento di Sant'Antonio di Padova, annesso alla cappella della Madonna delle Grazie, ospitò nel 1852 Ferdinando II di Borbone che donò ai frati 700 ducati per il restauro dell'annessa Cappella. Il Convento venne chiuso nel 1866 a causa della legge di soppressione degli ordini religiosi rimanendo aperta al culto la sola Chiesa.
- il Palazzo Marchesale, risalente al XVII secolo, con ampie sale affrescate e cortile interno;
- altri palazzi nobiliari come Palazzo Aiello (sec. XVI-XVII), Palazzo De Biase (sec. XVII), Palazzo Scutari (sec. XVI-XVII), Palazzo Roberti (sec. XVI), Palazzo Salerno (sec. XVII).
- il mulino ad acqua San Giovanni, esempio di architettura rurale.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 28.510 volte.

Scegli la lingua

italiano

english