Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Basilicata Parco Nazionale del Pollino Noepoli

Strutture

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Noepoli

Descrizione

Comune della Val Sarmento, in provincia di Potenza, immerso nell'ambiente naturale lussureggiante e florido del Parco Nazionale del Pollino, il territorio di Noepoli fu abitato dall'uomo sin dall'Età del Ferro; i resti di un abitato lucano dell'VIII-VII secolo a.C. sono ora esposti presso il Museo Archeologico Nazionale della Siritide a Policoro. Nel Medioevo il borgo era noto col nome di Noia, come appare in un documento del 1133, epoca in cui il feudo apparteneva alla contea di Chiaromonte, sotto il dominio della famiglia Sanseverino. Nel 1404 fu feudo autonomo col nome di Stato di Noia, particolare e favorevole condizione giuridica che durò fino al 1553, quando il borgo fu venduto alla famiglia Pignatelli, particolarmente esigente con la popolazione tanto da pretendere, come vuole la tradizione locale, anche il "ius primae noctis" (il diritto, cioè, di trascorre la prima notte di nozze con la moglie di un proprio servo della gleba).
Siti di interesse:
- la Chiesa parrocchiale dedicata alla Visitazione della Beata Vergine, ricostruita nel XV secolo, al cui interno sono custodite pregevoli statue lignee ed affreschi;
- la Cappella della Madonna di Costantinopoli, dalle forme bizantine;
- la Cappella della Madonna del Rosario;
- la Casa Canonica, con affreschi del XIV secolo;
- il c.d. Palazzo del Piacere, dove i Pignatelli esercitavano il "ius primae noctis";
- i resti di fortificazioni del XIV-Xv secolo all'inizio del paese;
- i resti del castello feudale;
- i resti del monastero di santa Maria della Saectara (X-XI secolo), presso cui trovarono rifugio numerosi profughi albanesi.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 44.484 volte.

Scegli la lingua

italiano

english