Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Verona e dintorni Sant'Ambrogio di Valpolicella

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Sant'Ambrogio di Valpolicella

  • Masi Vini Veneti

    La storia di Masi è la storia di una famiglia e dei suoi vigneti a Verona, nel Veneto. Il nome stesso deriva dal "Vaio dei Masi", la piccola valle acquisita alla fine del 18° secolo dalla famiglia Boscaini, tuttora proprietaria. L'azienda si è man mano...

  • Boscaini Carlo Vini Valpolicella

    All'inizio fu BOSCAINI CARLO (arrivato alla veneranda età di 102 anni bevendo poco, ma buon vino), che con grande passione produceva vino su terre in affitto. Riuscì poi ad acquistare questa azienda nel 1948 e quindi con il figlio ARTURO ERNESTO , si...

  • Villa Monteleone Vini ed Ospitalità

    A pochi chilometri da Verona, nel cuore della Valpolicella Classica si trova Gargagnago, il Borgo dell'Amarone, noto perché patria dei discendenti di Dante Alighieri. Anthony e Lucia Raimondi si sono stabiliti nel 1988 a Villa Monteleone, un edificio...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Sant'Ambrogio di Valpolicella

Descrizione

Comune in provincia di Verona, collocato in una incantevole valle tracciata dai filari ordinati di vite e circondata da monti, come un immenso anfiteatro naturale, Sant'Ambrogio di Valpolicella è noto per l'estrazione del marmo e la produzione di vini quali il Valpolicella, il Recioto, l'Amarone. Offre, oltre agli ottimi prodotti enogastronomici, percorsi naturalistici ed ecologici di grande interesse.
La zona fu abitata sin dai tempi più antichi: recentemente, infatti, sono state rinvenute tracce risalenti all'Età del Bronzo. Vi si stabilirono gli Arusnati e, all'epoca della colonizzazione da parte dei Romani, si venne a creare un "castrum" controllante una vasta area. Con la perdita di coesione ed il dissolversi dell'Impero romano fu più semplice per le popolazioni barbariche raggiungere il Veneto e fare razzie. A Sant'Ambrogio si stabilirono, tra gli altri, i Longobardi e la frazione di San Giorgio divenne corte regia. L'epoca comunale vide il territorio sottoposto contemporaneamente a due poteri: la giurisdizione fu suddivisa tra vescovi e conti. In questo periodo si ebbe un notevole sviluppo sia demografico che economico e ci fu lo spostamento della popolazione delle alture verso la pianura ed il centro di Sant'Ambrogio. La storia seguente fu caratterizzata dalle stesse vicende che videro protagonista l'intera regione.

Da vedere:

La pieve di San Giorgio fu edificata nel VII-VIII secolo nel luogo in cui sorgeva in precedenza un tempio pagano. Ristrutturata in maniera radicale nell'XI secolo, è un edificio in stile romanico completamente realizzato in pietra. Il portale è inserito in una cornice ogivale ed interrompe un'abside, La chiesa, suddivisa in tre navate con quella centrale molto più ampia delle laterali, è dotata di tre absidi sul lato orientale e di soffitto a travature di legno. Il campanile è di epoca più recente, forse ha preso il posto di una torre più antica, nella cella campanaria ha belle trifore. Possiede uno splendido chiostro datato XII secolo, pregevoli affreschi, un fonte battesimale del XII secolo ed un'edicola di epoca longobarda.
La chiesa di Santa Maria Maddalena nella frazione di Ponton del Quattrocento.
La chiesa di San Zeno in Poia del Duecento.
Villa Nichesola a Ponton di epoca cinquecentesca.
Villa Rovereti a Domegliara ,risalente al Settecento.
Villa Brenzoni dell'Ottocento.
Villa Serego-Alighieri a Gargagnano, di epoca cinquecentesca.
Il Museo della Pieve.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 34.217 volte.

Scegli la lingua

italiano

english