Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Verona e dintorni San Giovanni Lupatoto

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

San Giovanni Lupatoto

Descrizione

San Giovanni Lupatoto è un comune in provincia di Verona, situato ai confini con quello del capoluogo ed attraversato dall'Adige.
L'area fu abitata sin dalla Preistoria: diverse tracce di palafitte rinvenute in questi luoghi fanno risalire all'Età del Ferro la prima presenza dell'uomo. Anche i Celti scelsero la zona del veronese, come testimonia il rinvenimento di una necropoli, ed i Romani, che colonizzarono il Veneto, ivi costruirono importanti arterie viarie, come la Via Claudia Augusta. Finito il dominio di Roma, giunsero popoli nordici come Goti e Longobardi; sotto il dominio del comune di Verona, nel XV secolo fu concesso in feudo a Domenico Quintavalle e, nello stesso periodo, subentrò il controllo da parte della Repubblica di Venezia che istituì i Vicariati. Nel 1797 la zona fu conquistata dalle truppe napoleoniche; successivamente passò all'Austria e nel 1866 all'Italia. Nel 1927 il comune fu inglobato in quello di Verona, riacquistando la sua autonomia amministrativa cinque anni più tardi.

Da vedere:

La parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista costruita nel 1772 sul luogo in cui era preesistente una più antica pieve. Si presenta con pianta a croce latina, la facciata è molto articolata ed arricchita da quattro semicolonne dotate di una vistosa base e capitelli, portale imponente sormontato da un timpano, al di sopra del quale si trova una finestra a mezzaluna. Tra le colonne si trovano quattro nicchie poste su due diversi piani: quelle inferiore hanno forma ad ogiva, quelle superiori rettangolare. Domina il tutto una croce e quattro statue, sul retro una cupola con finestroni ogivali ed il campanile caratterizzato da cella campanaria con aperture ogivali e sormontato da un tamburo e da una piccola semisfera. La chiesa conserva al suo interno pregevoli affreschi ed un organo dei primi anni del Novecento.
La chiesa della Madonnina, risalente al Seicento,
La chiesa di Santa Maria Maddalena a Raldon.
La chiesa di San Gaetano.
La chiesa del Buon Pastore.
Villa Palazzoli di epoca settecentesca.
Villa Wallner del XV secolo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 19.217 volte.

Scegli la lingua

italiano

english