Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Toscana Grosseto - Maremma - Argentario Orbetello

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Orbetello

Descrizione

Al centro dell’omonima laguna, di fronte al promontorio dell’Argentario, Orbetello sorge in un’area abitata sin dalla preistoria, ma l’origine del borgo si fa risalire agli Etruschi. Conquistato dai Romani nel 280 a.C., viene, poi, menzionato in un atto di donazione del 805. Nel Medioevo fu possedimento dell’Abbazia delle Tre Fontane fino al XIII secolo, quando divenne feudo degli Aldobrandeschi. In seguito passò sotto il controllo di Orvieto, prima, e di Siena, poi.
La Cattedrale di Santa Maria Assunta, situata al centro di Piazza della Repubblica, è l’edificio sacro più importante di Orbetello. E’ molto probabile che fu costruita sui resti di un antico tempio pagano e le prime notizie certe risalgono ai primi anni del XIII secolo, anche se importanti lavori furono realizzati sulla facciata tra il 1370 ed il 1376 per volere della famiglia Orsini.L’interno, diviso in tre navate, colpisce per l’ampiezza e per la ricca decorazione tardobarocca, che trova la massima espressione nella cappella, che si apre sulla navata destra, dedicata a San Biagio, patrono della città.
La Chiesa della Madonna delle Grazie fu realizzata nel XIII secolo ed all’interno sono conservati due affreschi quattrocenteschi di scuola senese: "Madonna con Bambino e San Biagio" e "Madonna con Bambino in trono fra i Santi Pietro e Paolo".
Dalla facciata cinquecentesca con elementi spagnoleggianti, la Chiesa di San Francesco da Paola conserva sul lato sinistro dell’unica navata le lastre tombali dei governanti dello Stato dei Presidi.
Bell’esempio di architettura militare del Seicento, l’ex polveriera Guzman, situata all'estremità orientale delle mura, conteneva tonnellate di esplosivo, custodito nei grandi stanzoni di un edificio blindato. Attualmente ospita il Museo Archeologico.
Interessanti sono anche il Palazzo del Podestà, il cinquecentesco Mulino Spagnolo, le mura etrusche, Porta a Terra e Porta Medina Coeli.
La Riserva naturale Laguna di Orbetello, istituita nel 1998, è una delle più importanti zone italiane di svernamento per molte specie di uccelli.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 91.296 volte.

Scegli la lingua

italiano

english