Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Toscana Grosseto - Maremma - Argentario Campagnatico

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Campagnatico

Descrizione

Situata nella pianura maremmana, il borgo di Campagnatico appartiene ai conti Aldobrandeschi sin dal 973 e sino alla metà del XIII secolo, quando passò sotto il controllo di Siena.
Immersa in uno splendido paesaggio di vigne ed uliveti, sono ancora ben visibili le architetture militari delle cinte murarie, realizzate tra il XII ed il XIII secolo, i ruderi della rocca aldobrandesca, il castello di Montorsaio, di cui si hanno notizie già nell'VIII secolo, il castello di Sertignano, appartenuto agli Aldobrandeschi fino al 1274 e pochi ruderi del castello di Monte Leoni.
La Chiesa di San Giovanni Battista, realizzata nel XIII secolo, si trova in uno dei punti più alti di Campagnatico. In stile romanico-gotico ad unica navata, presenta un piccolo rosone e conserva al suo interno una duecentesca Madonna con Bambino.
L'ex Chiesa di Sant'Antonio Abate, in stile romanico, presentava una facciata unica nel suo genere con un portale centrale e due finestre laterali. Fu adibito a teatro nel 1883.
La Chiesa di Santa Maria della Misericordia è collocata all'inizio del paese sui resti di una preesistente cella omonima antecedente all'anno 1000. Nell'unica navata della chiesa erano conservati importanti affreschi raffiguranti scene di vita della Madonna, opera di Bindoccio e Meo di Pero, oggi conservati presso la Chiesa di San Giovanni Battista.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 39.042 volte.

Scegli la lingua

italiano

english