Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Puglia Lecce e Salento Lecce

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Lecce

Descrizione

Lecce, capoluogo dell'omonima provincia, sorge su un terreno pianeggiante, nel cuore del Salento a 11 km dalla costa adriatica ed a 23 km da quella ionica.
E' sede universitaria, dell' Arcidiocesi ed è il centro culturale più importante del Salento. L' economia della città si basa sul terziario, sull'artigianato ma anche sull'agricoltura. La produzione e la trasformazione dell'olio e del vino rivestono un ruolo importante.
Tuttavia Lecce è soprattutto una città d'arte: è stata definita "la Firenze del Sud" e gli storici dell'arte hanno definito una scuola "il Barocco leccese" con ben definite caratteristiche. Nel XVII e XVIII secolo la città, pervasa da un moto artistico e costruttivo, fu talmente tanto caratterizzata dalle sue chiese e dai suoi palazzi che ora è difficile riconoscere i segni urbani e le stratificazioni precedenti.
La materia con cui è stato forgiato il barocco in Salento è "la pietra leccese" un materiale calcareo compatto ma molto malleabile.
Impossibile citare tutti i monumenti degni di attenzione, tra questi i più importanti sono la Basilica di Santa Croce, vero simbolo del barocco leccese, il Duomo, il Castello di Lecce fatto costruire dall' imperatore Carlo V, Palazzo dei Celestini e il Seminario in Piazza Duomo.
Va detto però che il vero salotto della città è Piazza Sant'Oronzo, dedicata al Santo Patrono; qui vi è la colonna romana, che la città di Brindisi donò a Lecce, alla cui sommità è posta la statua del santo. La piazza è in parte occupata dall' anfiteatro romano databile all' epoca di Augusto.
Per quanto riguarda l' origine della città è certo che fu un florido centro messapico poi assoggettato a Roma. Dopo la caduta dell'impero fu ridotta al rango di villaggio offuscata dalla potente Otranto. Furono i Normanni a darle nuovo sviluppo, Federico II di Svevia ne fece demanio regio dandole ulteriore slancio.
Come tutta l' Italia meridionale subì le dominazioni Angioina e Aragonese e poi Spagnola. Parte del Regno di Napoli, conobbe il suo momento artistico-architettonico, quello barocco, che tanto la segneranno.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 58.811 volte.

Scegli la lingua

italiano

english