Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Langhe e Roero Dogliani

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Dogliani

  • Cascina Corte Vini Casa Forte B&B Piemonte

    Cascina Corte è un progetto di azienda agricola di tipo biologico-ragionato. Ma è anche una reale azienda agricola già oggi: quest'anno produciamo circa 15.000 bottiglie di Dolcetto di due qualità differenti: Dolcetto base dall'uva di una vigna esposta...

  • Vini San Romano Piemonte

    L'azienda San Romano nasce all'inizio degli anni novanta nel cuore delle colline doglianesi ed inizia una progressiva e costante riqualificazione dei vecchi vigneti, circa tre ettari, mediante il recupero di ciò che, al tempo, era stato acquisito in stato...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Dogliani

Descrizione

Paese della provincia di Cuneo, situato nel territorio delle Langhe, in una vallata attraversata dal torrente Rea, circondata e protetta da rilievi morfologicamente eterogenei, l'abitato di Dogliani si suddivide in due centri storici: il Borgo, bagnato dal fiume, ed il Castello, situato più in alto, ancora caratterizzato dai tratti del ricetto medievale. Il nucleo più antico è circondato da borghi periferici, più recenti. La singolarissima struttura urbanistica è stata progettata dallo Schellino, architetto originario della zona, operante nella seconda metà dell'Ottocento. Il centro, dedito tradizionalmente all'agricoltura, produce una particolare qualità di Dolcetto.
Di origine preromana, come testimonia il recente ritrovamento di importanti reperti, la zona fu abitata dai Liguri e da popolazioni celtiche. Tra il I ed il II secolo d.C. fu colonizzata dai Romani, come rivela, tra l'altro, la presenza di una necropoli. Con la caduta dell'Impero romano il territorio fu preda dei saccheggi di Ungari e Saraceni. Durante il periodo medievale fu centro importante del distretto di Alba, feudo dei Saluzzo, ramo degli Aleramici, insieme con Belvedere Langhe e Bonvicino, e in seguito dei Marchesi di Busca. Nel XVI secolo fu occupato dai Francesi e dagli Spagnoli e nel XVII secolo passò ai Savoia, che lo cedettero ai Solaro. Solo nell'Ottocento assunse l'attuale fisionomia urbanistica, caratterizzata da guglie gotiche e torri.

Da vedere:

Il santuario della Madonna delle Grazie è un'imponente costruzione in stile gotico, la cui facciata è arricchita da una bifora, da guglie e due torri campanarie simmetriche. L'ingresso è preceduto da un porticato dotato di quattro colonne.
La chiesa dei Santi Quirico e Paolo, ricostruita nell'Ottocento sui resti della originaria parrocchiale del XII secolo, presenta una struttura possente con cupola centrale, pronao classico sormontato da timpano a precedere l'ingresso.
La chiesa dell'Immacolata Concezione e San Giuseppe in stile classico è preceduta da un pronao con quattro colonne e timpano.
La chiesa di San Lorenzo fu costruita nel Novecento sul luogo in cui sorgeva una precedente pieve tardo romanica a tre navate.
La chiesa del Santo Nome di Gesù, più nota come dei Battuti, fu eretta nel XVIII secolo.
La Torre dei Cessi, opera dello Schellino, si presenta a struttura circolare, interrotta da finestre di diversa forma, tra cui due serie di finestre ogivali, ed è sormontata da merlatura.
La torre dell'orologio, così detta per la presenza di un orologio, è a base quadrata e sormontata da merlatura.
Il cimitero monumentale, il cui ingresso è caratterizzato da guglie e pinnacoli in cotto di colore rosso, opera dello Schellino.
Porta Soprana del XV secolo.
Il Museo Storico Archeologico G.Gabetti.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 32.995 volte.

Scegli la lingua

italiano

english