Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Riserva Privata San Settimio Marche

    Riserva Privata San Settimio Marche

    Ospitalità di Lusso e Charme Centro Benessere SPA Ristorante Beauty Center Centro congressi Scuola Fuoristrada Meeting Cerimonie...

  • La Buca delle Fate

    La Buca delle Fate

    Ospitalità di Qualità Case Vacanze Appartamenti Residence Maiori Costiera Amalfitana Riviera di Napoli Salerno Campania Italia

  • Hotel Santa Caterina Amalfi

    Hotel Santa Caterina Amalfi

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Ristorante Piscina sul Mare Cerimonie Meeting Convegni Amalfi Costiera Amalfitana...

  • Villa Minuta

    Villa Minuta

    Ospitalità di Charme in Residenza esclusiva Piscina e Giardini Villa per eventi e Matrimoni a Scala in Costiera Amalfitana Riviera...

  • Villa Eva Ravello

    Villa Eva Ravello

    Villa di Charme Eventi Ricevimenti Matrimoni Exclusive Resort Ravello Costa d'Amalfi Salerno Campania Italia

tu sei qui: Home Marche Entroterra Marchigiano Morrovalle

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Morrovalle

Descrizione

Il toponimo è composto da due parole: Morro (roccia) a cui è stata aggiunta "valle" per evitare confusioni con i centri omonimi. Comune in provincia di Macerata, il cui territorio si trova al confine con quello del capoluogo di provincia, è sede del Museo Internazionale del Presepio che raccoglie circa cinquecento esemplari.
Il rinvenimento di un monumento funebre e di una pavimentazione a mosaico, tradizionalmente legati all'antica civiltà romana, prova senza ombra di dubbio che in questa zona fu presente nel I e II secolo d.C. un insediamento romano. Dopo la dispersione dell'Impero, rimanendo prive di controllo ed ordine le regioni che una volta erano appartenute a Roma, fu estremamente semplice per i popoli invasori saccheggiare i centri abitati ed impadronirsi delle terre. Fu in questo periodo che le genti locali cercarono rifugio sulle vicine colline e costruirono le proprie abitazioni intorno ai castelli per poter avere il controllo dei confini dall'alto dei colli e godere di maggiore sicurezza. I Longobardi furono tra quelli che occuparono la zona ove sorge Morrovalle. Il centro risulta citato per la prima volta in documenti storici risalenti all'incirca all'anno Mille: in quel periodo fu sotto la giurisdizione del Vescovo di Fermo e, successivamente, di Guarnerio I, discendente di Werner dei Lenzburg e primo rappresentante della famiglia dei Lazzarini. Nel XII secolo l'area fu assediata dalle truppe di Federico Barbarossa, mentre dal XIII secolo Morrovalle giurò fedeltà al Vescovo di Fermo. I contrasti tra Guelfi e Ghibellini coinvolsero direttamente la città che nel XV secolo fu assediata dagli Aragonesi e successivamente dagli Sforza. Passò poi direttamente sotto la giurisdizione del Papato.

Da vedere:

La chiesa di San Bartolomeo, edificata nel 1586 per volere del Papa Sisto V, si presenta in stile neoclassico, ad una sola navata con cappelle laterali ed abside semicircolare dopo gli ampliamenti e le trasformazioni avvenute nel 1750. La facciata è divisa in due ordini ed è sormontata da un piccolo timpano.
Il santuario della Madonna dell'Acqua Santa risalente ai primi anni del Seicento.
La chiesa di Sant'Agostino risalente al XVII secolo.
Il convento francescano dell'XI secolo.
La piccola chiesa di San Giuseppe.
Palazzo Nada Vicoli, risalente al XVII secolo, fu progettato forse dal Vanvitelli.
Il palazzo comunale con la torre civica risalente al Trecento.
Palazzo Lazzarini del XIV secolo.
Palazzo Roberti del XVI secolo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 24.668 volte.

Scegli la lingua

italiano

english