Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Trentino Alto Adige Bolzano e dintorni Termeno sulla strada del vino

Strutture

I più visitati in Termeno sulla strada del vino

  • J. Hofstatter Vini Trentino

    Volendo fare un bilancio degli ultimi dieci anni, posso affermare che il carattere peculiare dei vigneti e dei vitigni locali si rispecchia nei nostri vini. Nella tenuta Hofstätter si coltivano le varietà più conosciute dell'Alto Adige; abbiamo infatti...

  • Elena Walch Vini Alto Adige

    Sono stata felice di entrare a far parte nella famiglia proprietaria di una delle aziende agricole più prestigiose della regione, proprio nel momento in cui l'Alto Adige iniziava ad essere riconosciuto come una delle zone produttrici di vini di maggiore...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Termeno sulla strada del vino

Descrizione

Comune vinicolo della provincia di Bolzano, patria del Gewürztraminer, ottimo vino bianco aromatico, molto apprezzato anche all'estero, Termeno sulla strada del vino (Tramin an der Weinstraße in tedesco) è una ridente località situata nel c.d. Giardino del Sudtirolo, a poca distanza dal lago di Caldaro, immerso tra dolci colline solcate da filari regolari di viti, immensi frutteti e rigogliosi boschi. E' la meta ideale per gli appassionati del trekking, delle passeggiate all'aria aperta, a piedi o in mountain bike, nonché per gli amanti della buona gastronomia e del buon vino.
Il toponimo è documentato per la prima volta nell'855 come "Traminno", probabilmente derivante dal latino "terminus" (limite, con riferimento ai confini tra il territorio dei Tridentini e quello degli Isarci). Il rinvenimento di un megalito nel 1880, nella frazione di Ronchi, testimonia la presenza dell'uomo in queste zone sin dall'Età della Pietra.
Siti di interesse:
- la parrocchiale dei Santi Quirico e Giulietta, affiancata da un campanile che, con i suoi 86 metri, è la più alta torre campanaria del Sudtirolo. La struttura è in stile gotico, con interessanti affreschi nel coro;
- la Chiesa di San Giacomo a Kastelaz, risalente all'XI secolo, con un pregevole ciclo di affreschi romanico e gotico, in particolare il c.d. "bestiario" nell'abside, figure metà uomo e metà animali che simboleggiano i vizi capitali;
- la Chiesa di San Valentino al cimitero, risalente al XIII secolo, sebbene sia stata ampliata nel XV secolo, interamente affrescata.
- la Chiesa romanica di San Maurizio, a Sella.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 37.715 volte.

Scegli la lingua

italiano

english