Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Trentino Alto Adige Bolzano e dintorni Salorno

Strutture

I più visitati in Salorno

  • Haderburg Vini Trentino

    A metà degli anni Settanta osammo il grande passo e da azienda agricola produttrice di uva e mele ci convertimmo in un'azienda deputata alla produzione di vini. L'entusiasmo per l'ottima qualità dei vini e degli spumanti prodotti in proprio contradistingue...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Salorno

Descrizione

Situato all'estremo confine meridionale dell'Alto Adige, segnando anche il punto di contatto tra l'area di lingua italiana con quella di lingua tedesca, Salorno (Salurn in tedesco) è un suggestivo comune della provincia di Bolzano, immerso tra vigneti e frutteti, dominato dalla mole del castello. Nei pressi è situata l'omonima Stretta (o Chiusa), vale a dire un restringimento fino a 2-3Km della Val d'Adige, tra Monticello e Monte Alto. Il toponimo, documentato per la prima volta nel 580, deriverebbe, secondo alcuni, dal termine preromano "sale" (palude) e, secodo altri, dal latino "solis urnae" (tomba del sole, probabilmente perché in inverno questa zona è poco soleggiata).
Recenti ritrovamenti archeologici confermano la presenza dell'uomo in queste terre sin dall'Età del Bronzo; dopo la caduta dellImpero Romano, fu preda delle invasioni barbariche, tra cui, in particolre, i Longobardi, di cui è attestata la dominazione in loco. Nel corso dei secoli Salorno ha ospitato personggi famosi come Oltre ad aver ospitato personaggi famosi quali Napoleone, Martin Lutero, Albrecht Dürer e Ludwig Richter. Fu annesso al Regno d'Italia solo nel 1920, dopo la dissoluzione dell'Impero Austro-Ungarico.
E' il punto di partenza ideale per lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta, nonché escursioni al Parco Naturale Monte Corno. E' l'ultimo paese della c.d. Strada del Vino.
Siti di interesse:
- i ruderi del Castello di Salorno (Haderburg), risalente al XII secolo, che troneggiano su un costone roccioso;
- il centro storico, con bei edifici in stile rinascimentale e barocco;
- la Chiesa di Sant'Andrea, primo esempio di edificio in stile barocco dell'Alto Adige;
- la Chiesetta di Sant'Orsola, nella frazione di Pochi;
- la Chiesa di Santa Margherita;
- la Chiesa dedicata alla Visitazione di Maria.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 28.906 volte.

Scegli la lingua

italiano

english