Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Abruzzo L'Aquila e dintorni Sulmona

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Sulmona

Descrizione

Comune della provincia de L'Aquila, situato nella valle Peligna, Sulmona è una ridente cittadina, patria, oltre che dei confetti, apprezzati anche all'estero, del famoso poeta latino Ovidio ("Sulmo mihi patria est" - Sulmona è la mia patria - scriveva). Fondata, secondo la tradizione da Solimo, compagno di Enea, l'antico "oppi dum" italico, le cui vere radici vanno forse cercate sulle alture del Colle Mitra, ove una poderosa cinta di mura poligonali testimonia la presenza di un insediamento fortificato preromano, è però menzionato per la prima volta da Tito Livio solo al tempo della seconda guerra annibalica. Entrò nell'orbita di Roma dopo la guerra Sociale del 90 a.C.. Sotto la dominazione normanna furono realizzate imponenti opere, come l'acquedotto, e la città fu sede di un giustizierato e di un'università di diritto canonico. La sconfitta di Corradino di Svevia e l'ascesa degli Angioini furono gravide di conseguenze per la ghibellina Sulmona; ciò nonostante, la persistente crescita demografica portò alla formazione di nuovi borghi e quindi all'ampliamento della primitiva cerchia muraria, che conferì al centro storico cittadino la forma attuale.

Numerosi sono i siti di interesse della città. Tra questi menzioniamo:
- il santuario di Ercole Curino, che fino a poco tempo fa era indicato come la casa del poeta Ovidio;
- l'acquedotto svevo, costruito nel 1256 da re Manfredi;
- l'Eremo di Celestino V, situato alle pendici del monte Morrone, risalente al XIII secolo, e che custodisce la memoria del frate eremita Pietro da Morrone, divenuto, poi, papa Celestino V;
- la Badia Morronense, situata poco fuori dal centro cittadino, è un complesso abbaziale dei Celestini dalle forme imponenti, fondato da papa Celestino V;
- le antiche porte di accesso alla città (porta Iapasseri, porta Molina, porta Pacentrana, porta Saccoccia, porta Romana e porta della Tomba);
- la Chiesa di Santa Chiara, splendido esempio di barocco abruzzese, di origini duecentesche ma ricostruita nel 1711;
- la Chiesa dell'Annunziata, dall'imponente facciata che racchiude vari stili architettonici (tardo-gotico, rinascimentale e barocco), affiancata dalla torre campanaria cuspidata alta 65 metri;
- l'antica Chiesa di San Francesco, dal portale tardo-gotico e l'interno in stile barocco;
- la Cattedrale di San Panfilo, di remote origini e rimaneggiata nei secoli successivi a seguito dei gravi danni riportati dai numerosi terremoti; del periodo romanico rimangono l'esterno delle absidi, il doppio colonnato della navata centrale e la cripta: il portale è del 1391 ed all'interno è possibile ammirare pregevoli affreschi quattrocenteschi, un crocifisso ligneo del Trecento, un coro settecentesco ed il sarcofago del vescovo de Petrinis del 1422.
- la Chiesa della Santissima Trinità, dalla facciata leggermente arretrata rispetto al piano della strada;
- la Chiesa di Santa Maria della Tomba, dalla facciata a coronamento orizzontale, tipicamente abruzzese, ed uno splendido portale tardo-gotico;
- il Teatro Comunale Maria Caniglia, uno dei più importanti della regione;
- la Fontana Sant'Agata.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 29.607 volte.

Scegli la lingua

italiano

english