Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Emilia Romagna Bologna e dintorni Granarolo dell'Emilia

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Granarolo dell'Emilia

Descrizione

Comune prevalentemente agricolo situato alle porte di Bologna, Granarolo dell'Emilia fu interessata da insediamenti umani sin dal periodo villanoviano, come attestano i rinvenimenti portati alla luce nelle frazioni di Viadagola e Quarto Inferiore. Successivamente vi si insediarono gli Etruschi, i Celti e i Romani che hanno lasciato una traccia indelebile del loro passaggio nella centuriazione agricola del territorio. Il toponimo deriverebbe dal latino "granarius", "Granarium" o "granariolus", ad indicare la terra in cui veniva normalmente coltivato il grano.
A Viadagola nacque secondo la leggenda la bella Lucia che, unendosi a Re Enzo di Svevia, prigioniero a Bologna, avrebbe dato alla luce il capostipite della famiglia Bentivoglio, signori di Bologna nel XV secolo.
Questo antico borgo è tutt'ora caratterizzato da una campagna coltivata a grano e punteggiata ada costruzioni rurali immerse nel verde di parchi e boschi.
Siti di interesse:
- la Chiesa di San Vitale, sorta su un edificio trecentesco dipendente dall'Abbazia di Pomposa. All'interno è abbellita da affreschi di scuola bolognese.
- la Chiesa di San michele Arcangelo, con affreschi di Denijs Calvaert e della sua scuola;
- la Chiesa di San Mamante;
- la Chiesa di Sant'Andrea;
- la chiesa dei Santi Vittorio e Giorgio;
- le numerose ville settecentesche (Villa Boncompagni Dal Ferro, Villa Amelia, Villa Bassi, Villa Mignani Boselli, Villa Lagorio, Villa Mareschi, Villa Montanari) nonché la residenza del grande esploratore ravennate Pellegrino Matteucci (1850-1881), il primo europeo ad attraversare per intero il continente africano a nord dell'equatore, dall'Egitto al Golfo di Guinea.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 22.305 volte.

Scegli la lingua

italiano

english