Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Emilia Romagna Bologna e dintorni Castel San Pietro Terme

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Castel San Pietro Terme

Descrizione

Cittadina della provincia di Bologna, situata ai piedi dell'Appennino tosco-emiliano, lungo l'antica Via Emilia, la storia di Castel San Pietro Terme ebbe inizio in seguito alla battaglia di Legnano, quando Bologna, per difendere la propria pace ed autonomia, ordinò che fossero costruiti castelli di difesa in tutto il territorio circostante. Tuttavia, nel corso dei secoli, gli abitanti di questa cittadina conobbero ben pochi momenti di pace, essendo numerosi e frequenti i saccheggi e le distruzioni subiti ad opera di eserciti stranieri che, più volte, misero a ferro e fuoco il centro.
Castel San Pietro Terme è anche un'apprezzata e rinomata località termale, grazie alle qualità terapeutiche della Fonte Fegatella, già conosciute nel XIV secolo.
Siti di interesse:
- i numerosi reperti di epoca romana e villanoviana, ritrovati in molti siti archeologici del territorio;
- il Cassero, che è il monumento che segna ufficialmente la nascita di Castel San Pietro nel 1199, come baluardo a difesa del territorio di Bologna. Fu realizzato dapprima in legno e poi trasformato più volte a seconda delle esigenze delle milizie che, secolo dopo secolo, lo hanno conquistato e utilizzato quale baluardo principale contro i nemici, fino ai primi anni del 1500, quando Bologna e Imola passarono sotto lo Stato Pontificio e Castel San Pietro perse definitivamente la sua funzione militare.
- la Torre dell'Orologio, di cui si ha notizia sin dal 1300, situata nella parte sovrastante il Cassero;
- i torrioni e le antiche mura di difesa della città;
- le ville e le dimore storiche (Palazzina al Palesio, Villa Scarselli, Villa Paglia, Villa Torre Gaiana, Villa-Palazzo De Buoi);
- la Chiesa di Santa Maria Maggiore, sorta su un'antica chiesa del XIII secolo, ricomposta e rimaneggiata nel Settecento, con opere del Galdolfi e del Cavedoni.
- la Chiesa dell'Annunziata, antichissima costruzione lungo la Via Emilia;
- la seicentesca Chiesa dei Frati Cappuccini, con opere di artisti emiliani;
- la Chiesa di San Biagio (1800 circa);
- la settecentesca Chiesa di San Michele Arcangelo, al cui interno si può ammirare un dipinto del Guardassoni;
- la Chiesa di San Lorenzo, sorta in epoca pre-romanica;
- il Santuario del santissimo Crocifisso, realizzato nel 1750, al cui interno è conservato un crocifisso miracoloso. All'esterno vi è un caratteristico campanile con 55 campane.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 23.862 volte.

Scegli la lingua

italiano

english