Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Dintorni di Venezia Fiesso d'Artico

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Fiesso d'Artico

Descrizione

Il toponimo sembra derivare, per la prima parte, dal latino "flexus" (piegato, con riferimento al corso del Brenta) e, per la seconda parte, aggiunta in un momento successivo, onora Angelo Artico a cui si deve il progetto del taglio del Naviglio, ramo minore del Brenta, per porre fine alle frequenti e dannose inondazioni del fiume.
Comune in provincia di Venezia, situato sulla sinistra orografica del Naviglio, il territorio di Fiesso d'Artico è il meno esteso della provincia. Legato al turismo, che ivi trova quale punto di attrazione principale la splendida Riviera del Brenta, il centro è noto, a partire dal dopoguerra, per la produzione di calzature di qualità.
Citato per la prima volta in documenti ufficiali risalenti all'XI secolo, fu un importante centro religioso. A causa della posizione, a metà strada tra Venezia e Padova, fu coinvolto nelle guerre che videro protagonista quest'ultima. Nel Quattrocento divenne territorio veneziano e si arricchì di eleganti ville che tuttora si possono ammirare.

Da vedere:

La chiesa parrocchiale della Santissima Trinità, edificata nella prima metà del XVIII secolo, si presenta in stile classico con colonne munite di capitello e poggianti su una vistosa base, nicchie con statue e timpano, il campanile, in posizione laterale e poggiante su un tronco di piramide, è movimentato da lesene, nella cella campanaria si aprono finestre ogivali, il tutto è sormontato da un tamburo. L'interno è decorato da un dipinto realizzato a tempera dal Guarana, conserva un altare, opera del Verona, pitture a tempera e tele di pregio.
Villa Recanati-Zucconi, edificata nella prima metà del XVIII secolo, è un edificio barocco a tre piani con portale ad arco affiancato da due finestre ovali, a loro volta sormontate da finestre rettangolari.
Villa Contarini, risalente al XVII-XVIII secolo, è edificio decorato all'interno da stucchi, custodisce collezioni di quadri, mobili e maioliche. Appartiene al complesso anche un oratorio con due campanili.
Villa Barbarigo-Fontana di epoca settecentesca con timpano ornato da statue, al suo interno conserva stucchi e dipinti dell'Urbani.
Villa Soranzo a Barbariga risalente al Cinquecento con facciata decorata ad affresco.
Villa Corner-Vendramin, edificio settecentesco con barchessa del Seicento e parco.
Villa Gennari-Lion seicentesca con parco ospitante statue del XVIII secolo.
Villa Contarini-Besenzon risalente al XVI secolo.
Palazzo Granelli-Prando di epoca settecentesca.
Villa Marchese De Seynos del XVII secolo.
Casa Venier-Tiepolo del Settecento.
Villa Correr-Marin del Settecento.
Villa Smania-Belvedere.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 25.928 volte.

Scegli la lingua

italiano

english