Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Dintorni di Venezia Campolongo Maggiore

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Campolongo Maggiore

Descrizione

Campolongo Maggiore è un comune in provincia di Venezia, situato nei pressi del Fiume Brenta, a pochi chilometri dalla costa adriatica, ai confini con la provincia di Padova.
Le prime tracce di insediamenti umani sul territorio vengono comunemente fatte risalire al XII secolo. Questa datazione è stata resa possibile grazie al recente ritrovamento, nella zona di Bojon, dei resti di un villaggio, composto da capanne abitate da popolazioni dedite all'allevamento ed alle attività agricole. Fondamentale anche per quell'epoca era la presenza del corso d'acqua che consentiva rapidi e sicuri spostamenti di merci, sia verso il mare che verso l'interno. La zona fu interessata, intorno al IX secolo a.C., da un'alluvione ed, a partire da questo periodo, fino al II secolo a.C., fu abitata dai Veneti; dal II secolo a.C. fu colonizzata dai Romani che suddivisero il territorio e lo dotarono di strade.Lo sviluppo economico, dovuto anche al più razionale sfruttamento delle terre, fu azzerato con le invasioni barbariche. Campolongo Maggiore fu sottoposto al Vescovo di Padova; seguirono le lotte tra quest'ultima città e Venezia per il dominio dell'entroterra.
Da vedere:
La chiesa parrocchiale, costruita su un preesistente edificio risalente al XII secolo, possiede una facciata classicheggiante dotata di colonne con base e capitello, finestra a semicerchio e timpano arricchito da greca. All'interno si trova un pregevole altare in marmo proveniente dalla chiesa di San Francesco di Piove di Sacco. Accanto è situato un oratorio ed il campanile risalente alla prima metà del XIX secolo e situato in posizione retrostante e laterale. La costruzione presenta i caratteri che contraddistinguono le torri campanarie della provincia di Venezia, la base è quadrata, il corpo è movimentato da colonne e feritoie, la cella campanaria, evidenziata da evidenti cornicioni, è interrotta da aperture ogivali e sormontata da un tamburo e da una cuspide.
Ca' Trolese edificata nei primi anni del XVIII secolo.
Ca' Mondini-Zoccoletti.
La fattoria Niero.
Ca' Callegaro.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 15.210 volte.

Scegli la lingua

italiano

english