Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Dintorni di Venezia Campagna Lupia

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Campagna Lupia

Descrizione

Campagna Lupia è un comune in provincia di Venezia, situato nell'entroterra veneto, il cui territorio, confinante con quello del capoluogo regionale, è famoso anche per l'oasi del WWF di Valle Averto.
La zona ha restituito importanti reperti di epoca preistorica: se ne deduce, quindi, che fu abitata dall'uomo sin dal Neolitico. Degna di rilievo fu la colonizzazione da parte dei Romani che ivi fecero passare una importante arteria stradale e lasciarono tracce della loro influenza anche nella toponomastica. Una volta dissolto l'antico potere di Roma, si vennero a determinare le condizioni ideali perchè i popoli invasori potessero occupare la regione: tra questi i Longobardi che giunsero nell'area veneta nell'anno 568. Le prime notizie documentate sulla zona risalgono al IX secolo. Il centro fu fondato da genti dedite prevalentemente all'agricoltura e fu dominio del Vescovo di Padova. Detennero il potere fino al 1405 i da Carrara che, nella seconda metà del XIV secolo, si allearono al re di Ungheria contro Venezia. Campagna, Lova e Lugo divennero teatro degli scontri tra le truppe veneziane ed i Carraresi che furono sconfitti. Nei primi anni del XV secolo entrò a far parte del territorio della Serenissima fino al 1797. Dopo essere stato austriaco, passò al Regno d'Italia.

Da vedere:

La chiesa di Santa Maria di Lugo, in stile romanico, risale all'XIII secolo, le fu aggiunta una cappella e la sagrestia durante gli interventi di restauro effettuati nel XV secolo, nel Settecento fu nuovamente rimaneggiata. Ospita il Museo Archeologico. Il campanile con archi ciechi ed elementi decorativi di stile gotico è un capolavoro.
La chiesa di Santa Giustina di Lova del 1226 è un edificio dalla facciata classicheggiante con semicolonne e timpano. Il campanile, in posizione retrostante e con vistosa cella campanaria, è sormontato da una cuspide.
La chiesa di San Pietro e Paolo, già citata in un documento del 1201, è decorata da affreschi realizzati dal Mingardi raffiguranti la vita di San Pietro.
Il casone di Valle Zappa ha una insolita e caratteristica architettura.
Il Museo del Territorio delle Valli e della Laguna di Venezia.
La Canonica di epoca settecentesca.
Villa Marchesini.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 17.277 volte.

Scegli la lingua

italiano

english