Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Sicilia Entroterra siciliano Enna

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Enna

Descrizione

Con i suoi 948 metri di altitudine, Enna è il capoluogo di provincia più alto d'Italia. E' situata, infatti, su un altopiano dei Monti Erei, nel pieno centro dell'isola, tanto da essere definita da Callimaco l'omphalos (l'ombelico) della Sicilia.
Secondo Diodoro la città fu fondata dai Sicani, durante la pace con i Siculi. I Greci, invece, arrivarono nel IV sec. a.C.. Divenne, poi, l'"urbs inexpugnabilis" dei Romani e passò, dopo la caduta di Roma, sotto il controllo dei Bizantini, Arabi, Normanni, Svevi ed Aragonesi.
Situato sull'estremità orientale dell'altopiano, il Castello di Lombardia domina la città di Enna. E' uno dei castelli più antichi ed imponenti dell'isola ed oggi rimangono solo sei delle venti torri perimetrali. Sorto là dove era stato realizzato un antico maniero sicano, fu ristrutturato dall'architetto Riccardo da Lentini, incaricato dagli Svevi. In particolare Federico II lo arricchisce di splendide sale e lo destina a sua residenza estiva: è proprio qui che viene incoronato, re di Trinacria e nel 1324 riunisce il parlamento siciliano. E' a questo stesso periodo che risale il nome del castello, probabilmente legato alla presenza di una guarnigione di soldati lombardi posta a difesa della fortezza. La pianta, vagamente pentagonale, segue le asperità del terreno.
La Torre di Federico II, a pianta ottagonale, venne fatta costruire dall'imperatore sui probabili resti di un tempio greco a difesa di quella parte della città più esposta ad attacchi da parte dei nemici.
Monumento Nazionale, il Duomo di Enna è uno dei massimi esempi del barocco siciliano. Presenta una facciata in tufo giallo, preceduta da un'imponente scalinata, con tre portali cinti da sei colonne, su cui si sviluppano altri due livelli della torre campanaria, decorati con archi a tutto sesto e colonne in stile dorico e corinzio. L'interno è articolato in tre navate da colonne in alabastro nero con basamento e capitelli scolpiti ed un pregevole soffitto ligneo a cassettoni.
Il tesoro del Duomo è visibile nel Museo Alessi e la pinacoteca ospita alcune pregevoli opere come la Madonna col bambino, due tavole raffiguranti San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista ed un'altra tavola raffigurante le nozze mistiche di Santa Caterina.
Da non mancare una visita al Museo Archeologico Regionale che è ospitato nel Palazzo Varisano, dove sono esposti i ritrovamenti archeologici provenienti dagli scavi della zona.
Nonostante l'aspetto austero, il Santuario di Papardua, per la sua ricchezza artistica, è uno splendido esempio di arte barocca. Sorge su un'area rocciosa ricca di grotte ed è decorato da un soffitto ligneo intarsiato, le dodici statue degli Apostoli, tele del fiammingo Borremans e meravigliosi stucchi.
Menzioniamo, ancora, la Chiesa di San Michele Arcangelo (1658), la Chiesa di San Francesco d'Assisi, con campanile del Quattrocento ed una bella croce lignea del XV secolo, la Chiesa di San Marco, monumento barocco che custodisce un prezioso paliotto in argento di fine Settecento, il quattrocentesco Campanile di San Giovanni Battista e la fontana che rappresenta il Ratto di Proserpina, copia in bronzo dell'opera del Bernini.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 34.496 volte.

Scegli la lingua

italiano

english