Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Emilia Romagna Modena e Reggio Emilia Scandiano

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Scandiano

Descrizione

In provincia di Reggio Emilia, Scandiano è uno dei centri più popolosi, dopo il capoluogo di provincia, nonché un fiorente polo industriale ed artigianale. Il ritrovamento di reperti archeologici risalenti al Neolitico 8come la celebre Venere di Chiozza, oggi esposta ai Musei Civici di Reggio Emilia) dimostra come l'area fosse abitata dall'uomo sin dai tempi più remoti. L'insediamento attuale sorse nel 1262 quando Gilberto Fogliani edificò un castello attorno al quale, man mano, furono costruite le prime abitazioni delle famiglie provenienti dal Castellazzo di Pratissolo nonché da guelfi sconfitti a Montaperti (1260) da Farinata degli Uberti.
Tra il Cinquecento e il Settecento Scandiano fece registrare il suo periodo di maggiore splendore, grazie ad un governo illuminato delle varie signorie che vi si susseguirono (Boiardo, Thiene, Bentivoglio e d'Este) e che contribuirono ad uno sviluppo non solo economico e culturale della città, ma anche urbanistico ed architettonico.
Siti di interesse:
- la Rocca dei Boiardo è uno dei monumenti di maggior spessore storico della città. Risale al XII secolo e domina il centro storico; fatta costruire dalla nobile famiglia dei Da Fogliano, prende il nome dalla famiglia Boiardo che l'abito per 147 anni, dal 1423. Costruita inizialmente come luogo di difesa, fu per questo dotata di cinta muraria, fossato con annesso ponte levatoio e torri di vedetta. Divenne in seguito dimora rinascimentale, quando il governo di Scandiano passò nelle mani della famiglia Boiardo e fu allora che Nicolò dell'Abate vi dipinse gli affreschi del Camerino, con scene dell'Eneide, trasferiti alla fine del 1700 a Modena alla Galleria Estense. Successivamente vi abitarono i Thiene dal 1565 per 58 anni che apportarono modifiche molto significative all'edificio e lo portarono alle forme attuali, affidando il progetto a Giovan Battista Aleotti. A lui si deve l'elegante scalone che introduce al piano nobile, l'imponente facciata sud e l'ultimazione del torrione a ovest. Nei secoli XVII e XVIII i Bentivoglio prima e i marchesi d'Este poi, introdussero a loro volta decorazioni di gusto barocco.
- il Castello di Arceto, struttura medievale in cui sono ancora visibili le tracce del fossato, delle mura e del ponte levatoio. Costruito dai Vescovi di Reggio nel X secolo, rappresentava uno dei baluardi del sistema difensivo locale, al cui interno si sviluppava il borgo con la Rocca e l'Oratorio di San Rocco. Un sontuoso scalone porta alle camere del piano nobile.
- la Pieve di Santa Maria, con facciata tripartita verticalmente. Fu realizzata nella prima metà del XV secolo da Feltrino Boiardo, primo conte di Scandiano. All'interno si ammirano tele di Bartolomeo Passarotti, Orazio Talami e Jean Baptiste Le Bell, nonché il cenotafio che conserva il cuore di Lazzaro Spallanzani.
- la Chiesa di San Giuseppe, fatta costruire nella seconda metà del XVI secolo, con facciata e campanile settecenteschi, pregevoli opere intagliate e tele di squisita fattura.
- la Torre Civica (o dell'Orologio), in origine porta d'ingresso dell'antico borgo, fatta costruire nella prima metà del XV secolo;
- Casa Spallanzani, casa natale di Lazzaro Spallanzani, con pregevoli elementi decorativi di gusto barocco.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 28.418 volte.

Scegli la lingua

italiano

english