Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Lago Maggiore e Lago d'Orta Pettenasco

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Pettenasco

Descrizione

Comune in provincia di Novara, si trova ai confini con il territorio di Verbano Cusio Ossola, sul Lago d'Orta. L'abitato è estremamente suggestivo con le case medievali, le sue spiagge e l'approdo per le barche; sono tante le escursioni possibili, come al Monte Barro e alla Valle del Pescone come piacevoli sono le passeggiate sul lungolago. Il paese comprende due frazioni: Crabbia, con begli edifici recentemente restaurati, e Pratolungo, famosa un tempo per la produzione di frutta. Il comune era noto per la estremamente fruttuosa attività vinicola, oggi solo in parte recuperata.
La presenza romana nella zona è testimoniata dal ritrovamento di tombe dell'epoca. Caduto l'Impero romano, la regione fu lasciata al disordine e all'insicurezza, preda facile di popolazioni interessate solo a saccheggiare gli abitati. Dopo l'arrivo dei Barbari invasori giunsero i Longobardi. Pettenasco appartenne al Ducato longobardo, come testimonia un atto dell'anno 892, ed al Comitato di Pombia. Risulta inoltre nominato in documenti storici risalenti a poco dopo l'anno Mille, epoca in cui apparteneva al feudo di San Giulio, dominio dei Vescovi di Novara. Conquistò propri statuti.

Da vedere:

La chiesa parrocchiale dei Santi Audenzio e Caterina, costruita nel XVIII secolo su una preesistente cappella romanica risalente al XII secolo. L'ingresso è preceduto da un pronao con tre archi, la facciata è arricchita da nicchie e sormontata da un timpano. Presenta una sola navata ed interessanti dipinti, tra cui un'opera di Procaccini. E'affiancata da un campanile romanico, unico elemento rimanente della struttura originaria, a base quadrata con feritoie e bifore e da una seconda torre campanaria della fine del Settecento.
L'oratorio di San Martino a Crabbia è preceduto da un porticato e presenta una sola navata. All'interno conserva una pala d'altare sulla quale è rappresentata Sant'Anna.
La chiesetta di San Grato a Pratolungo, di cui non è noto l'anno di costruzione, custodisce una pala seicentesca raffigurante la Madonna ed i santi, tra cui San Grato.
La Casa medievale, situata nella piazza del Municipio, è sede, tra l'altro, della Proloco ed ospita mostre, esposizioni e concerti.
Il Museo dell'arte della tornitura del legno.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 17.365 volte.

Scegli la lingua

italiano

english