Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Hotel Maison Tofani Sorrento

    Hotel Maison Tofani Sorrento

    Ospitalità di Qualità e Charme Sruttura di Design Sorrento Riviera di Napoli Costa delle Sirene Campania Italia

  • Il Borgo Ristorante Sorrento

    Il Borgo Ristorante Sorrento

    Cucina tradizionale, Gastronomia Mediterranea, specialità a base di pesce Terrazza Panoramica, Penisola Sorrentina Sorrento Napoli...

  • Hotel Astoria Sorrento

    Hotel Astoria Sorrento

    Ospitalità di Qualità Camere e Colazione Albergo 4 Stelle Ristorante Centro Storico Sorrento Riviera di Napoli Campania Italia

  • Sorrento Driving Guide

    Sorrento Driving Guide

    Servizio di trasferimento da e per gli aeroporti della Campania, Transfer ed escursioni esclusive in Costiera Amalfitana, Tour...

  • Private Tour in Italy

    Private Tour in Italy

    Noleggio auto con conducente, escursioni esclusive, trasferimenti, taxi privati Sorrento, Riviera di Napoli, Positano, Costa d'Amalfi,...

tu sei qui: Home Piemonte Lago Maggiore e Lago d'Orta Oggebbio

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Oggebbio

Descrizione

E' un comune in provincia di Verbano Cusio Ossola, composto da 15 piccoli villaggi distribuiti tra la riva del Lago Maggiore e la retrostante montagna che, grazie al clima e alla eterogeneità degli abitati e delle caratteristiche di ognuno, attirano molti turisti. Numerose e straordinariamente belle le ville con giardini sul lungolago e tanti i sentieri che creano un fitto reticolato tra i boschi. Il paese è noto per la coltivazione delle camelie, iniziata nel 1950, grazie al clima particolarmente mite e per la Festa dei topi che si tiene a Camoglio.
Originariamente dedito alla pastorizia, all'agricoltura (veniva coltivata la vite) e allo sfruttamento dei boschi, il comune oggi è vocato al turismo.
Il Lago Maggiore, di origine glaciale, fu abitato nel corso dei secoli da numerose popolazioni, attirate dal clima particolarmente mite dovuto alle brezze fresche in estate ed alla protezione delle colline nella stagione invernale. Tra le genti che scelsero il Lago per creare insediamenti ci furono i Celti, i Galli, i Barbari, i Romani. Negli anni successivi il territorio fu governato dai Visconti, dagli Sforza e dai Borromeo. Nella zona fu diffuso il culto del Cristianesimo dai santi Giulio e Giuliano che, secondo una leggenda, avrebbero edificato nel IV secolo la Chiesa di Sant'Agata. Il villaggio di Spasolo, dotato di un porto, fu per secoli centro di intensi scambi e zona di transito obbligato per raggiungere Milano.

Da vedere:

L'oratorio quattrocentesco della Natività di Maria a Cadessino presenta un'unica navata ed un coro poligonale. Il campanile in stile romanico, risalente all'XI-XII secolo, è arricchito da archetti e bifore e sormontato da cuspide. Conserva un altare maggiore del XVIII secolo in marmo policromo ed una pregevole statua lignea, custodita in una nicchia, raffigurante l'Immacolata ed un ciclo di affreschi risalente al Quattrocento.
La parrocchiale di San Pietro a Gonte, citata in un documento del XII secolo, presenta una facciata suddivisa in due piani sormontati da piccolissimo timpano con sottostante un porticato. All'interno tre navate e soffitto decorato da affreschi illustranti la vita di Gesù, un Crocifisso settecentesco opera del Frasa. Accanto un campanile che raggiunge i 42 metri.
La chiesa romanica di Sant'Agata a Novaglio, secondo la leggenda sarebbe una delle cento chiese costruite dai santi Giuliano e Giulio nel IV secolo. Alla struttura originaria, in stile preromanico, fu ampliata nel Trecento, nei secoli successivi fu aggiunta l'abside ottagonale. Ristrutturata recentemente, presenta l'originario assetto romanico ed elementi in stile gotico e rinascimentale.
L'oratorio di Sant'Antonio a Travallino.
Villa Anelli presso cui vengono coltivate tantissime varietà di camelie, tra cui specie rare.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 15.017 volte.

Scegli la lingua

italiano

english