Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Campania Avellino e dintorni Chiusano di San Domenico

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Chiusano di San Domenico

Descrizione

Il toponimo si ritiene derivi, per la prima parte, dall'antroponimo latino "Clasius", a cui è stato aggiunto il suffisso "-anus" ad indicare appartenenza; per la seconda parte, invece, fa riferimento al santo a cui è dedicata una chiesa del luogo. Un'altra corrente di pensiero collega le origini del toponimo ad un tempio dedicato a Giano, che per tradizione era "clausus", vale a dire chiuso, in tempo di pace, da qui "clausus Jani". Comune in provincia di Avellino, situato tra le valli dei fiumi Sabato e Calore, costituisce un ottimo punto di partenza per raggiungere il Monte Tuoro e per compiere escursioni sulle morbide colline della zona, caratterizzate dalla presenza di rigogliosi castagneti, oliveti, ed ordinati filari di vite che danno vini particolarmente apprezzati, come l'Aglianico, la Falanghina, il Coda di Volpe, il Greco ed altri.
Nell'anno 568 popolazioni originarie della Germania invasero il Piemonte e la Lombardia e si spinsero più a sud creando un Ducato a Spoleto ed uno in Campania, a Benevento. A Chiusano, che era inserito nel Principato beneventano, fu edificato un castello in una posizione tale da poter controllare una vasta area di territorio circostante. Il centro abitato si sviluppò intorno al castello nell'XI secolo. Inserito nella Contea di Avellino, fu feudo dei Gesualdo, dei Del Tufo, dei Tomacelli, dei Carafa.
Da vedere:
La chiesa di Santa Maria degli Angeli è di antica fondazione, la primitiva struttura fu edificata nel XIII secolo. L'edificio attuale, dalle forme austere, risale al principio del XVII secolo. Possiede pianta a croce latina con cupola posta nel punto in cui le braccia si toccano, la facciata è suddivisa in due piani e sormontata da un timpano. La torre campanaria, massiccia ed a base quadrata, è aderente alla chiesa ed è suddivisa in tre quadranti da una cornice che insegue tutto il perimetro
Il castello longobardo situato sul Monte San Domenico, in posizione dominante. L'imponente costruzione, come si può verificare osservando i resti delle mura, fu edificata dai Longobardi a scopi difensivi e di controllo del territorio. Questi popoli provenienti dalla Germania conquistarono, intorno all'anno 500, vaste porzioni di territorio, sia a Nord che a Sud. Benevento fu prima Ducato poi Principato longobardo ed il feudo di Chiusano vi fece parte. Nel XII secolo appartenne a Riccardo di Clusano.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 35.577 volte.

Scegli la lingua

italiano

english