Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Piemonte Valsesia Cellio

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Cellio

Descrizione

Il toponimo ha origini romane e deriva dal nome proprio "Cilius" o "Coelius", probabilmente il nome di un soldato veterano al quale furono assegnate queste terre. E' un comune in provincia di Vercelli, il cui territorio è composto da numerose frazioni equidistanti dal Parco Naturale del Monte Fenera e dalla Riseva Naturale del Sacro Monte di Varallo. Situato nella media Valsesia, su un altipiano a 685 metri di altezza, e circondato da boschi, gode di una posizione privilegiata dalla quale è possibile ammirare le Alpi. Numerosi sono gli itinerari che possono essere intrapresi, come quello verso il Mulino Benvenuto, il Mulino Medana, la frazione di Zagro con le caratteristiche fontane in sasso, la frazione di Tairano, caratterizzata dalle case con le torri, la frazione di Merlera, la più distante dal capoluogo, con le singolari case in pietra con loggiati.
Il paese ha origini romane. Nel 187 a.C. l'Impero conquistò il territorio di Novara e fu disposta l'assegnazione delle terre sottratte ai vinti ai veterani, come era costume dei Romani. I fondi assunsero il nome dei soldati assegnatari. Furono costruite le prime abitazioni che, con il tempo, aggregandosi tra loro, diedero luogo a tanti piccoli centri. La storia successiva e le vicende di Cellio sono quelle che ha vissuto la Valsesia.

Da vedere:

La chiesa parrocchiale di San Lorenzo, risalente al XVI secolo, fu ingrandita nella seconda metà del XVII secolo. Presenta varie cappelle: in una, pregevolmente affrescata, sono conservate le reliquie di San Cirillo, in un'altra si conserva un Crocifisso di ottima fattura ed affreschi di Lorenzo Peracino del 1754. Nella terza cappella a sinistra è custodita una tela di Tanzio da Varallo nella quale è raffigurato San Carlo con la croce e tre vetri del 1623. Preziosi gli affreschi del coro raffiguranti l'esaltazione della Croce del Rocca e quelli della volta della Sacrestia eseguiti dal Peracino. La chiesa possiede il campanile più alto della Valsesia, ben 56 metri e 200 gradini, che domina l'intero paese, con una campana del 1486, la più antica, ed una di ben 20 quintali di peso, la più grande. Dal piazzale antistante la chiesa si gode di uno splendido panorama.
La chiesa di San Matteo a Carega, la frazione più vasta e popolosa di Cellio, presenta nel coro affreschi del Velatta ed un campanile interamente in granito.
La piccola chiesa della Madonna dell'Oro costruita nel 1686 da un pastore in segno di riconoscenza per la figlia che, cieca, aveva miracolosamente riacquistato la vista.
San Jacu Pitu, oratorio del 1400, costruito sul percorso per il Sacro Monte di Varallo, con affreschi raffiguranti San Giacomo, Santa Caterina ed altri santi.
La chiesetta di Sant'Antonio del 1500 con affreschi particolarmente pregevoli.
La chiesa di Sant'Anna ad Agua, situata al centro della frazione, custodisce un quadro raffigurante la battaglia tra Francesi e Valsesiani del 1636
La chiesa intitolata all'Ausiliatrice a Tairano, frazione riconoscibile per le case con le torri. L'edificio sacro custodisce una preziosa statua in legno dorato raffigurante la Madonna
La chiesa di San Gottardo a Valmonfredo.
La chiesa di San Bernardo a Merlera.
Il Museo civico.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 22.120 volte.

Scegli la lingua

italiano

english