Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Umbria Terni e dintorni Allerona

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Allerona

Descrizione

Il toponimo deriva con molta probabilità dall'umbro e si riferisce all'albero di corbezzolo che si incontra frequentemente in zona. Comune in provincia di Terni, situato su una collina, completamente circondato dal verde, al confine con Lazio e Toscana, Allerona è un borgo medievale che conserva ancora tracce dell'antica cinta muraria e le due porte di accesso, nonché segni evidenti della presenza dell'Impero romano sul suo territorio. Nel centro storico sono tantissimi gli angoli suggestivi che si possono scorgere.
Allerona fu abitata sin dalle epoche più remote da popolazioni etrusche; in seguito fu raggiunta dai Romani e colonizzata. In quel periodo fu costruita la Via Cassia, un'importante arteria di comunicazione. Durante il Medioevo costituì un importante avamposto della città di Orvieto e fu feudo dei Monaldeschi e dei Filippeschi. Fu saccheggiato e gravemente danneggiato dalle truppe di Carlo VIII alla fine del XV secolo, mentre nel Cinquecento fu costituito lo statuto comunale che pose ordine in campo economico, civile e giuridico. Infine per un lungo periodo fu sotto il controllo dello Stato della Chiesa.

Da vedere:
La chiesa della Madonna dell'Acqua, così denominata perchè costruita nei pressi di una fonte, fu edificata nella prima metà del Settecento in forma ottagonale lì dove un tempo esisteva una cappella quattrocentesca.
La chiesa di Santa Maria Assunta, risalente al XII secolo, si presenta ad unica navata con abside decorata alla fine del XIX secolo dal Viligiardi.
La chiesa di San Michele Arcangelo edificata all'incirca nel XII secolo e più volte ristrutturata.
L'antico Ospedale dei Poveri eretto nel 1373.
Le antiche mura.
La Porta del Sole originariamente rappresentava l'ingresso principale al castello.
Villa Cahen.
Palazzo Visconteo.
Ponte Giulio.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 19.565 volte.

Scegli la lingua

italiano

english