Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Puglia Costiera Jonica e Murgia Tarantina San Giorgio Jonico

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

San Giorgio Jonico

Descrizione

San Giorgio Jonico è un comune di medie dimensioni e dista circa 16 km dal capoluogo Taranto, con il quale è ben collegato.
La frequentazione antropica è antichissima, gli archeologi sono risaliti sino all' età del bronzo. Sono stati infatti ritrovati reperti databili al quel periodo sul monte Sant' Elia.
Ancora più numerose sono le testimonianze dell' età classica greca e romana, la maggior parte delle quali fa bella mostra al Museo Nazionale di Taranto. D'altronde il territorio di San Giorgio è situato nella "chora tarantina", cioè in quella che fu la zona di sfruttamento agricolo della colonia greca di Taranto.
Un evento importante per San Giorgio fu la venuta in Italia di Skanderbeg e le sue truppe in Italia. Il condottiero albanese giunse chiamato dal re di Napoli Ferdinando I d'Aragona per combattere gli Angioini e i loro alleati. Una volta sedata la rivolta, riconosciuti i meriti delle truppe albanesi distintesi in guerra , fu loro concesso di insediarsi nella parte orientale della provincia tarantina, non particolarmente popolata all' epoca, dando vita a quella che venne chiamata "l'Albania tarantina". Anche San Giorgio fu interessato da questo fenomeno, alla popolazione autoctona si unì un numero consistente di genti albanofona che oltre alla lingua introdusse tradizioni e riti di matrice greco-bizantina poi pian piano scomparsi.
Da visitare la chiesa barocca di Santa Maria del Popolo e le cave tufacee "Le Tagghjate".

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 17.055 volte.

Scegli la lingua

italiano

english