Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Sardegna Costa Sarda Occidentale Bosa

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Bosa

Descrizione

Comune in provincia di Oristano, situato sulla costa occidentale sarda, alla destra orografica del Fiume Temo, l'abitato di Bosa ha conservato nei secoli la sua fisionomia storica più di qualunque altro paese sardo. Il centro storico, situato sul colle Serravalle, è disposto a gradoni per adeguarsi al dislivello del terreno ed è dominato dal castello. La zona più antica ha forma ad arco con case unite a schiera ed è segnata da vicoli angusti. La zona in pianura si sviluppò lungo il corso principale sul quale si affacciano edifici con facciate in stile ottocentesco. La frazione di Bosa Marina è una apprezzata località balneare.
Abitato sin dalla preistoria, come prova la presenza di nuraghi e "domus de janas", fu centro fenicio-punico e romano. In epoca imperiale divenne municipio; fu esposto alle invasioni arabe. Il centro abitato si sviluppò nel XII secolo alle falde del colle per estendersi dal Seicento in poi lungo il corso d'acqua e nella pianura. Fu incluso nel giudicato di Arborea e conteso dagli Aragona e dai Malaspina. Gli Aragonesi ed i loro feudatari furono gli artefici dell'ampliamento del circuito murario e nel 1388 posero fine con un accordo di pace ai contrasti portati avanti per un lungo lasso di tempo. Nel 1499 Ferdinando il Cattolico dichiarò Bosa città reale: a quell'epoca il castello era feudo dell'ammiraglio di Villamarina. Il Seicento, sotto il dominio spagnolo, rappresentò un periodo infelice a causa di epidemie, carestie e saccheggi da parte degli Ottomani. Nel Settecento fu territorio degli Asburgo, poi dei Savoia.

Da vedere:

La cattedrale dedicata all'Immacolata Concezione, edificata su una precedente chiesa del XII secolo, fu costruita a partire dai primissimi anni dell'Ottocento. Presenta una sola navata e quattro cappelle su un lato, tre sull'altro.
La chiesa di San Pietro caratterizzata da una parte centrale dell'XI secolo e da facciata e prime campate in stile gotico.
La chiesa del Carmine costruita nel XVII secolo sui ruderi di una preesistente chiesa carmelitana.
La chiesa di San Giovanni Battista il cui impianto primitivo risale al XIV secolo.
La chiesa di Sant'Antonio del XVI secolo.
La chiesa di Santa Maria degli Angeli.
La chiesa di Santa Giusta.
L'oratorio del Rosario.
Il castello dei Malaspina, edificato nel XII secolo, conserva la cinta muraria. All'interno si trova un'antica cappella con un pregevole ciclo di affreschi quattrocenteschi.
Palazzo Carlos risalente al XVII-XVIII secolo.
La torre sull'Isola Rossa.
Torre Argentina.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 44.309 volte.

Scegli la lingua

italiano

english