Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Friuli Venezia Giulia Costa Friulana Muggia

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Muggia

Descrizione

Affacciato sul Golfo di Trieste, Muggia rappresenta l'ultimo lembo d'Istria rimasto all'Italia, dopo i Trattati di Parigi del 1947, quelli di Londra del 1954 ed il Trattato di Osimo del 1975. Visto dal mare, le pietre bianche d'Istria e le case colorate formano un tutt'uno armonico con le colline carsiche verdeggianti.
Sebbene le prime notizie certe sull'origine del borgo risalgano all'anno Mille, quando in prossimità del porticciolo, a valle, si formò un centro chiamato Borgolauro, il rinvenimento di importanti reperti archeologici nella zona alta del promontorio, hanno rivelato la presenza di ben due castellieri protostorici (Santa Barbara e Muggia Vecchia), risalenti all'Età del Bronzo.
Dopo la caduta dell'Impero Romano, Muggia fu assoggettato al Patriarcato di Aquileia; nel 1420 passò sotto il controllo della Repubblica di Venezia, condividendone le sorti fino al 1797. Dopo la breve parentesi napoleonica, divenne territorio dell'Impero Austro-Ungarico fino alla fine della Prima Guerra Mondiale, quando fu annesso al Regno d'Italia.
Siti di interesse:
- Castello di Muggia, è una fortezza trecentesca fatta costruire dal patriarca Marquardo, là dove un tempo sorgeva un antico castelliere, successivamente munito di torre dall'esercito romano. Dal 1991 è di proprietà dello scultore Villano Bossi che l'ha riportato agli antichi splendori.
- il parco Archeologico di Muggia Vecchia, dove è possibile ammirare le rovine dell'antico castrum, i resti delle mura di cinta, le porte urbiche, la trama delle abitazioni e delle strade.
- il Duomo dei Santi Giovanni e Paolo, di impianto romanico, assunse una veste gotico-veneziana nel corso del Quattrocento, con il rivestimento della facciata in lastre di pietra bianca. La facciata è dominata da un magnifico rosone con l'immagine della Madonna col Bambino al centro; l'interno è diviso in tre navate e sono ancora visibili resti di affreschi trecenteschi.
- il Municipio, a fianco al Duomo, venne in larga parte ricostruito dopo l'incendio del 1930. Sulla facciata sono ancora ben visibili i leoni di San Marco, gli stemmi delle più potenti famiglie di Muggia e dei potestà veneti presenti in città.
- la Chiesa di San Francesco, esempio quattrocentesco di gotico-veneziano, conserva all'interno le pietre tombali delle più importanti famiglie di Muggia, nonché tele del pittore veneziano Liberti.
- la Basilica romanica di Santa Maria Assunta, divisa in tre navate, è ciò che rimane del primitivo abitato del castrum Muglae. Richiama uno stile preromanico, diffusosi a partire dal X secolo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 18.509 volte.

Scegli la lingua

italiano

english