Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Trentino Alto Adige Val Venosta Curon Venosta - Resia

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Curon Venosta - Resia

Descrizione

Il comune di Curon Venosta (Graun im Vinschgau in tedesco) è situato nella provincia autonoma di Bolzano e, più precisamente, in quella estremità nordoccidentale della Val Venosta che confina con Svizzera e Austria. Il territorio comunale comprende la frazione di Resia e l'omonimo lago, un bacino artificiale realizzato nel 1950, una delle principali attrazioni della zona.
Il toponimo è attestato dal 1122 come Curunes e deriva dal lemma latino "corona" (balza).
Già popolato dai Celti, attorno al 15 d.C., il territorio valvenostano venne colonizzato dai Romani che costruirono la prima via di comunicazione commerciale e militare( la via Claudia Augusta) col Nord europeo attraverso il Passo di Resia; nell'Alto medioevo, poi, si insediarono in loco popolazioni di ceppo germanico.
Tra le località turistiche dell'Alta Val Venosta, Curon è particolarmente apprezzata proprio per la ricchezza dell'offerta che deriva dall'incomparabile scenario naturalistico, nel contempo montano e lacustre: il paese e il lago di Resia sono infatti dominati dall'imponente vetta calcarea detta Jaggl, mentre nelle vicinanze si trova la zona sciistica Schöneben con i tre impianti di risalita a Belpiano, Malga di San Valentino e Maseben.
Curon Venosta svolge in ogni stagione la funzione di ottimo punto di partenza per organizzare gite in barca o sul battello, praticare gli sport acquatici (tra cui la pesca, la vela e il surf), ma anche escursioni a piedi o in bici lungo sentieri ben curati e le più impegnative scalate verso gli imponenti ghiacciai della zona; per concludere infine con gli sport invernali, cioè il fondo e le discese con gli sci o lo slittino. A pochi chilometri, inoltre, si trova il Passo di Resia, valico di confine con l'Austria, e la sorgente del fiume Adige.

Siti di particolare interesse sono:
- la Malga di Resia, collocata in una posizione tale da consentire al visitatore di godere appieno dello splendido paesaggio circostante;
- il Lago di Resia, attualmente un paradiso per velisti, surfisti e gitanti, ma con un'interessante storia da raccontare. In zona vi erano tre laghi, quello di Resia, quello di Mittersee e quello di Haider; nel 1950, venne realizzata una gigantesca diga per la produzione di energia elettrica. La realizzazione del progetto rese necessario il riempimento dell'area compresa tra Curon e Resia e il sacrificio sia della Curon Vecchia, poi ricostruita più a monte, sia di parti del paese di Resia, che giacciono entrambe ancora sotto le acque (si tratta di circa 163 case i cui abitanti furono chiaramente evacuati). L'immagine vivente del sacrificio patito dagli abitanti di quei luoghi, è data dalla torre campanaria romanica (per la precisione risalente alla metà Trecento) di Curon che emerge dalle acque: si tratta di una visione davvero insolita che cattura lo sguardo del visitatore. E' interessante sottolineare che d'inverno, quando il lago gela completamente, il campanile è raggiungibile anche a piedi;
- il Museo del comune di Curon, che contiene vecchie foto del circondario e consente di ripercorrere perfettamente le vicende che hanno condotto alla costruzione del bacino artificiale; è possibile inoltre prendere visione di un'interessante raccolta di oggetti sacri e antiche attrezzature contadine.;
- la chiesetta di S. Nikolaus, nell'appartata e vicina Val di Roia, nella quale sono contenuti pregevoli affreschi dell'inizio del secolo XV raffiguranti i momenti salienti della vita di Gesù. Ubicata a circa 2000 metri, è quella posta più in alto di tutte le Alpi centrali;
- la chiesa di Sant'Anna, un vero e proprio gioiello dagli arredi preziosi;
- la stazione meteorologica di San Valentino alla Muta.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 29.438 volte.

Scegli la lingua

italiano

english