Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Calabria Cosenza e Crotone Cariati

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Cariati

Descrizione

Splendido borgo medievale della provincia di Cosenza, situato su una collina che si affaccia sulle limpide acque del Mar Jonio, Cariati ha origini molto antiche. Il ritrovamento di una sepoltura bretia (IV-III secolo a.C.), ci induce a sostenere che l'area fosse abitata da popolazioni autoctone, dedite alla pastorizia e all'agricoltura; inoltre, nei pressi delle antiche mura sono stati riportati alla luce resti di suppellettili, anfore grezze ed abitazioni risalenti all'epoca meta pontina, crotoniana e romana. Il borgo, tuttavia, acquistò una sua fisionomia tra il X ed il X secolo, come fortificazione bizantina, un po' più arretrata verso la zona collinare, per difendere la popolazione dalle continue incursioni saracene. Sotto il dominio dei Ruffo la cinta muraria fu ulteriormente rafforzata e la città divenne sede vescovile.

Tra i siti di maggior interesse, menzioniamo:
- la tomba bretia (IV-III secolo a.C.), situata su una collina a ridosso del mare, costituita da una camera sotterranea riccamente affrescata e con un cospicuo corredo (armatura in bronzo, cinturone, elmo, spada e piatti), oggi esposto presso il Museo Archeologico di Sibari;
- il suggestivo borgo medievale, arroccato sulla collina, fatto di strade strette e tortuose;
- Porta Pia, l'ingresso principale al borgo medievale, risalente alla prima metà del Seicento;
- la Cattedrale di San Michele Arcangelo, risalente al V secolo e riedificata nel 1857 sotto l'Episcopato di mons. Nicola Golia. E' preceduta da un porticato su cui si erge la torre campanaria, costruita successivamente; la cupola è rivestita da mattonelle maiolicate mentre l'interno è diviso in tre navate da colonne joniche;
- la Chiesa degli Osservanti, situata a breve distanza dalle mura del borgo, fu realizzata nel 1441 in stile tardo gotico, con cupola a costoloni e portale ogivale.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 38.120 volte.

Carrello Contatti

Clicca sull'icona del carrello per creare una lista di strutture da contattare.

Scegli la lingua

italiano

english